Sindacati di base contro il governo Monti: sciopero e manifestazione il 27

Pubblicato il 20 Gennaio 2012 13:40 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2012 15:19

ROMA – Sciopero generale venerdi' prossimo con manifestazione nazionale a Roma indetto dai sindacati di base. La protesta – si legge in un comunicato – e' stata decisa da Usb, Orsa, SlaiCobas, Cib-Unicobas, Snater, SiCobas e Usi e riguardera' tutte le categorie pubbliche e private per l'intera giornata del 27 gennaio.

Lo sciopero e' stato deciso contro le manovre del governo Monti ''che riduce il potere d'acquisto dei salari attraverso l'aumento dell'Iva, dell'Irpef locale, dei ticket sanitari, delle accise sulla benzina'', contro l'adozione dell'Ici sulla prima casa, e contro le riforme delle pensioni.

I sindacati protestano anche ''contro le precedenti manovre del governo Berlusconi, che prevedono misure su licenziamenti, privatizzazioni e peggioramento delle condizioni di lavoro dei lavoratori privati e del personale del pubblico impiego e della scuola, fatte proprie dal Governo Monti''.

Inoltre i sindacati criticano le politiche sulla Fiat dell'amministratore delegato del Gruppo, Sergio Marchionne e l'accordo del 28 giugno 2011 tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria ''che ha aperto la strada all'art. 8'' della manovra estiva del governo ''e alla cancellazione dei contratti nazionali''. I sindacati sottolineano che 'durante lo sciopero generale saranno garantiti i servizi minimi essenziali.