Sostenibilità e responsabilità sociale: Poste Italiane lancia il Multistakeholder Forum

Pubblicato il 31 ottobre 2018 9:37 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2018 10:27
Sostenibilità e responsabilità sociale: Poste Italiane lancia il Multistakeholder Forum . nella foto Giuseppe Lasco

Sostenibilità e responsabilità sociale: Poste Italiane lancia il Multistakeholder Forum. Nella foto: Giuseppe Lasco, responsabile corporate affairs, presenta l’iniziativa

Sostenibilità e responsabilità sociale  sono al centro del  Multistakeholder Forum, una nuova iniziativa di Poste Italiane che è stata presentata a Roma da Giuseppe Lasco,  responsabile Corporate affairs del gruppo. 

Obiettivo del Multistakeholder Forum è creare opportunità di confronto continuo sui temi della sostenibilità.

“La nostra idea di sostenibilità, ha spiegato Lasco, mira a creare un laboratorio aperto di ascolto, analisi, elaborazione e programmazione che faccia da raccordo tra Poste Italiane e i soggetti direttamente o indirettamente coinvolti nelle sue attività. Guardare costantemente ai bisogni della società permette di cogliere nuove sfide e di integrare un modello di business sempre più competitivo e orientato alla crezione di valore nel lungo periodo”.

 

A ciascun interlocutore dell’Azienda, spiega un comunicato – istituzioni, associazioni, partner, collaboratori – è stato chiesto di esprimere il grado di rilevanza su una serie di temi di interesse per Poste Italiane come ad esempio l’impatto ambientale, la legalità e la trasparenza, la tutela dei diritti, la formazione, l’inclusione digitale, la sicurezza informatica.

I risultati che emergeranno dal confronto saranno raccolti nel Report Integrato del Gruppo per il 2018 e rendicontati in termini di rischi associati, modalità di gestione e performance. Essere sostenibili significa anticipare e gestire opportunità e rischi di carattere economico, sociale e ambientale e il Multistakeholder Forum rappresenta una tappa importante del percorso che l’Azienda ha deciso di intraprendere, in cui la sostenibilità è elemento a supporto della strategia aziendale.

 

L’iniziativa annunciata oggi segue la approvazione, lo scorso agosto, da parte del Consiglio di amministrazione di Poste Italiane, delle linee guida per il processo ESG-Environmental Social and Governance: un insieme di principi, regole, procedure, metodologie e strumenti per garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo che vanno ben oltre gli obblighi di legge con ricadute positive per il territorio e l’ambiente.

L’avvio di  Multistakeholder Forum conferma, sottolinea l’azienda, la grande attenzione di Poste Italiane per le tematiche di sviluppo sostenibile, in grado di trasformare le sfide del mercato in opportunità per creare valore condiviso e concorrere allo sviluppo del livello di reputazione dell’Azienda.

Poste Italiane, ricorda il comunicato aziendale, è la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia. Le sue attività comprendono il recapito di corrispondenza e pacchi, i servizi finanziari e assicurativi, i sistemi di pagamento e la telefonia mobile. Con una storia di oltre 150 anni e grazie a una rete di 12.800 Uffici Postali, più di 135 mila dipendenti, 510 miliardi di euro di masse gestite e più di 34 milioni di clienti, Poste Italiane è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela.