Spagna, Grecia: si infosca di nuovo e si va su con lo spread

Pubblicato il 26 settembre 2012 18:10 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2012 18:10

Un momento degli scontri di piazza in Spagna (Foto Lapresse)

ROMA – Spagna e Grecia: se lo spread torna su è ancora dalle parti di Madrid e Atene che va cercato il motivo. Le Borse europee fanno registrare segno negativo nei giorni “caldi” delle manifestazioni spagnole e greche. I cittadini in piazza protestano perché i rispettivi governi stanno vagliando altri piani di austerity. Una cura di cavallo che piace a Bruxelles ma molto meno a chi la subisce. Ed è proprio l’insofferenza popolare a far tremare gli investitori.

In Grecia il governo sta approntando nuovi tagli agli stipendi e alle pensioni per il biennio 2013-2014. Nonché un innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni. Il tutto dovrebbe tamponare una situazione oltre i limiti dell’emergenza: il governo greco non smette di chiedere una proroga di due anni per raggiungere gli obiettivi fissati dalla Troika (Bce-Fmi-Ue). Sono bastate le prime indiscrezioni per far indire uno sciopero generale. Piazze piene, stesse scene viste in Spagna. Anche qui, nuove misure di austerità del primo ministro Rajoy. Annunciate, non ancora varate e le piazze si riempiono: gli Indignados tornano a farsi sentire. Sempre mercoledì la Banca di Spagna diffonde un bollettino non proprio rassicurante: il prodotto interno spagnolo sta continuando a contrarsi a ”ritmo sostenuto” nel terzo trimestre, dopo aver chiuso il secondo con un -1,3%, in uno scenario di tensione finanziaria che resta a livelli ”molto elevati”. Ma non basta l’economia  far preoccupare Madrid, c’è anche la questione dell’unità nazionale. Esplosa quando la Catalogna, un tempo una delle regioni-traino dell’economia iberica, ha annunciato che farà un referendum per l’indipendenza. Con o senza il consenso del governo centrale.

Il risultato di tutta questa tensione si riflette sui mercati: Milano chiude in forte calo, a -3,29%,  Londra a -1,6%, Francoforte -1,97% e Parigi -2,4%. Il differenziale italiano tocca quota 375. Peggio quello spagnolo, che tocca i 460 punti base.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other