Spread, trema la Ue: Italia intorno ai 500, Francia e Belgio record

Pubblicato il 15 Novembre 2011 8:40 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2011 16:05

ROMA – Lo spread tra i Btp ed i Bund inizia la discesa verso i 500 punti. I titoli di stato italiani  hanno aumentato il differenziale dai titoli di stato tedeschi, ma si registrano spread record anche per la Francia ed il Belgio. Aumenta lo spread dei paesi europei e le borse sono tutte in calo. nel clima di incertezza economica italiane ed europea i contratti ‘credit-default swap’ sul debito italiano a cinque anni, che assicurano dal rischio d’insolvenza, hanno segnato un nuovo massimo storico superando i 600 punti.

Il differenziale tra i titoli tedeschi e i Btp a 10 anni era poco sotto i 500 punti (497,1) all'apertura dei mercati europei. Ieri aveva chiuso a 492 punti. Tensione su tutto il mercato obbligazionario, con lo spread sui massimi per Spagna (433), Francia (163,6) e Belgio (280,4).

La seduta di Piazza affari si è aperta invece in negativo, con il Ftse Mib che segna un calo dell’1,19% a 15.275 punti. Intanto lo spread Btp-Bund torna sopra i 500 punti (507). Il rendimento e’ al 6,8%. In poco tempo però il premio di rendimento pagato dai Btp decennali sul bund tedesco ha sfiorato i 510 punti sugli schermi Bloomberg. Secondo la Reuters, che monitora la piattaforma Tradeweb, lo spread e’ salito a 515.

Listino completamente in rosso a Piazza Affari a parte Parmalat (+0,56%). Il Ftse Mib cede l’1% nei primi minuti di contrattazioni e tra le blue chips pesano Finmeccanica (-8% il teorico), congelata al ribasso dopo i conti dei primi 9 mesi, Unicredit (-2,71%), pesante gia’ ieri dopo l’aumento di capitale e i conti trimestrali, e Ubi Banca (-1%), che ha diffuso i conti questa mattina. Segno meno per Bpm (-1,96%), Enel (-0,5%) e Telecom (-0,68%), mentre si scostano poco dalla parita’ Fiat, Fonsai, Prysmian e Mediaset.

Si allarga ancora lo spread dei Btp italiani sul bund, sempre sopra i 500 punti. Alta pressione anche sui titoli francesi, con uno spread ai massimi dalla creazione dell’euro a 177 punti.  Il Portogallo viaggia a 963, la Grecia a 2669, la Spagna a 452.

Il tasso pagato dai Btp decennali con scadenza settembre 2021 e’ risalito alla soglia d’allarme del 7%.  Il premio di rendimento del Btp decennale rispetto al bund tedesco e’ volato oltre 520 punti. Spread record per Francia e Belgio, rispettivamente a 182 e 302 punti. La Spagna si mantiene oltre i 450 punti.

Migliora Piazza Affari con l’apertura del segretario del Pdl Angelino Alfano sul possibile successo del tentativo di creare un governo da parte del presidente incaricato Mario Monti. Il Ftse Mib lima le perdite riducendo il calo al 2,56% a 15.067 punti. Finmeccanica continua a pesare con un calo del 15,83% e Unicredit del 6,33%.