Spread a 310, Btp al 4,9%: e l’Italia risparmia 55 miliardi in 3 anni

Pubblicato il 2 Marzo 2012 20:13 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2012 20:13

ROMA – L’Italia ha superato la Spagna. Almeno nello spread e nel rendimento dei Btp. Il 2 marzo il differenziale tra i Buoni del tesoro poliennali italiani e gli omologhi Bund tedeschi è sceso a quota 310 punti base, come quello tra gli spagnoli Bonos e i Bund, dopo che il giorno prima era arrivato addirittura a 308 punti. Il distacco con i Bund tedeschi si è quasi dimezzato in tre mesi.

Il rendimento dei Btp è calato al 4,91 per cento. Durante la giornata il rendimento dei Btp a dieci anni era arrivato a 4 punti base, sotto quello dei Bonos, per la prima volta dallo scorso 5 agosto. Sui titoli biennali i Btp rendevano il 1° amrzo l’,168 per cento, mentre i Bonos con la stessa scadenza il 2,1 per cento.

Ma che cosa vuole dire questo calo dello spread e del rendimento dei Btp? In termini economici, secondo quanto scrive Repubblica, vuol dire un risparmio, per l’Italia, di 55 miliardi in tre anni, grazie ai minori interessi e al recupero del 2,7 per cento del Pil. Basti ricordare che lo scorso novembre i Bot semestrali furono venduti con un 6,5 per cento di interessi, mentre questa settimana gli stessi Bot sono stati collocati sul mercato con un interesse dell’1,2 per cento.

Banca d’Italia stima per ogni punto in meno risparmi per le casse dello Stato (che finiscono nella voce spesa per interessi) dello 0,2 per cento il primo anno, dello 0,4 per cento il secondo e dello 0,5 per cento al terzo. Quindi, stima Repubblica, 55 miliardi in tre anni.

Tutto questo ha ripercussioni positive anche su chi ha un mutuo a tasso variabile. Infatti insieme ai rendimenti dei Btp anche l’Euribor, cioè il valore di riferimento in base al quale si calcolano le rate, è salito, seppure di poco. Adesso, però, anche questo tasso ha iniziato a scendere. Il suo rendimento a tre mesi, scrive Repubblica, è passato dall’1,5 allo 0,9 per cento. In soldi, significa che per un mutuo a tasso variabile a vent’anni su 130mila euro, il risparmio medio è di 300 euro all’anno.