Spread tra Btp e Bund sopra i 400 punti, giù la Borsa di Milano

Pubblicato il 16 Febbraio 2012 10:00 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2012 10:33

ROMA – Lo spread tra Btp e bund tedesco torna sopra i 400 punti. secondo le prime indicazioni della giornata il differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco si colloca a 404,4 punti. Ieri aveva chiuso a 385 punti. Il rendimento del Btp e' arrivato al 5,88%. Avvio pesante per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in ribasso dell'1,05% a 16.340 punti mentre il Ftse All Share cede lo 0,85% a 17.350 punti.

Piazza Affari inizia la seduta con il segno meno a causa dei continui rinvii del salvataggio della Grecia e dopo che la scure di Moody's si e' abbattuta su 114 banche dell'Unione europea, di cui 24 italiane.

Il Ftse Mib cede l'1,36% e il Ftse All Share l'1,21% mentre lo spread Btp-Bund e' risalito sopra 400 punti base. Guida i ribassi sul listino l'Enel (-3,01%), su cui Jp Morgan ha tagliato a 'neutral' il giudizio. Deboli le banche con Mediobanca (-2,35%), Unicredit (-2,07%), Bpm (-2,07%) e Intesa Sanpaolo (-1,68%).

Scivolano Unipol (-2,68%) e Generali (-1,57%) dopo il taglio del rating da parte di Moody's. Vendite su Fonsai (-3,39%) e Premafin (-2,17%) all'indomani dell'avvio, da parte della Consob, delle audizioni dei rappresentanti delle diverse cordate in campo per il salvataggio della compagnia dei Ligresti. Bene Prysmian (+0,47%) con l'aggiudicazione di una maxi-commessa da 800 milioni in Inghilterra.