Standard & Poor’s: “In Italia e Spagna la recessione peggiora”

Pubblicato il 25 settembre 2012 16:43 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2012 16:43
Standard & Poor's

Standard & Poor’s (Foto Lapresse)

ROMA – La recessione in Italia e Spagna peggiora: lo dice l’ultimo rapporto di Standard & Poor’s. L’agenzia di rating rivede le stime dell’economia dell’Eurozona per il biennio 2012-2013, abbassando le stime di crescita per il 2012 a -0,8% e invariata nel 2013.

Le stime precedenti parlavano di una contrazione del Pil nell’eurozona dello 0,7% nel 2012, e una crescita nel 2013 dello 0,3%.

In Italia, dice l’agenzia di rating, c’è una recessione “più profonda”. Nel 2013 la Spagna registrerà, secondo Standard & Poor’s, una contrazione del Pil dell’1,4%.

Il 2013 sarà difficile anche per la Francia, dove la crescita sarà “molto debole”.

“Gli ultimi indicatori economici continuano a dipingere un quadro fosco per l’Europa, ha detto Jean-Michel Six, capo economista dio S&P per Europa, Medio Oriente e Africa. I dati confermano che l’area sta entrando in un nuovo periodo di recessione, dopo tre trimestri di crescita negativa o stagnante dall’ultimo trimestre del 2010. Le prospettive continuano tuttavia a variare da Paese a Paese”.