Statali: hanno vinto un concorso pubblico, non ancora assunti. 3mila in attesa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2014 7:17 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2014 1:18
Statali: hanno vinto un concorso pubblico, non ancora assunti. 3mila in attesa

Statali: hanno vinto un concorso pubblico, non ancora assunti. 3mila in attesa

ROMA – Nonostante abbiano vinto un concorso pubblico, ancora non sono stati assunti: la situazione accomuna oltre 3 mila persone in Italia, che è facile immaginare con il fiato sospeso per un posto meritato ma ancora virtuale.

Il numero emerge dal monitoraggio delle graduatorie concorsuali vigenti per assunzioni a tempo indeterminato. Il report, pubblicato sul sito della Funzione Pubblica, misura, di fatto, l’attuazione dei bandi, alla luce del decreto legge datato 2013, che impone a tutte le amministrazioni pubbliche di esaurire le liste, chiamando anche gli idonei, prima di procedere a nuove assunzioni.

I primi dati del ‘censimento’ vedono oltre 2 mila enti registrati, per un totale di circa 24 mila posti banditi, di cui poco più di 20 mila sono già stati occupati da vincitori, mentre gli altri sono evidentemente in attesa.

A questi si aggiungono poi tutti coloro che sono risultati idonei, ovvero che hanno superato le diverse prove del concorso ma con un punteggio che li ha esclusi dal numero massimo di posti messi in palio.

Si tratta di una riserva di ben 84.246 persone. Un bacino a disposizione delle amministrazioni che hanno bisogno di nuovo personale. Una cifra non indifferente, nonostante gli idonei già assunti siano 21.858, più nel complesso dei vincitori ‘in carica’.

Guardando alle diverse amministrazioni, la stragrande maggioranza di vincitori da assumere si trova presso le Regioni e le autonomie locali (1.719), seguono la Pa centrale (464) e a pochissima distanza la Sanità (462). Il resto si divide tra enti di ricerca e altri organi pubblici.