Statali, nel 2021 più pensionati che lavoratori. Quota 100 avvicina il sorpasso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Luglio 2020 11:52 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2020 11:55
Statali, il rapporto del Forum P.A:

Statali, nel 2021 possibile sorpasso pensionati su dipendenti (Ansa)

Tutto fa pensare che presto nella Pubblica Amministrazione gli ‘ex’ oltrepasseranno i lavoratori in funzione. “Entro il 2021 la P.A italiana potrebbe avere più pensionati che dipendenti”.

E’ questo lo scenario sul mondo dei dipendenti statali disegnato nella ricerca che apre il Forum Pa di quest’anno. La causa del sorpasso?

“Il continuo calo del personale e – si spiega – un equilibrio fra ingressi e uscite che, nonostante lo sblocco del turnover, non è ancora stato raggiunto”.

Uscite statali accelerate anche da Quota 100

A fronte di 3,2 milioni di impiegati i pensionati sono “già” 3 milioni”, viene fatto notare.

“Un numero in crescita costante e destinato a salire perché i ‘pensionabili’ oggi sono molti”, l’avvertimento. Inoltre, l’uscita anticipata, si sottolinea, è stata “parzialmente accelerata da Quota 100”.

Assunzioni a rilento, per rimpiazzo passano 4 anni

Ormai nella P.A il turnover è stato sbloccato, “ma le procedure sono lente e la media dei tempi tra emersione del bisogno e effettiva assunzione dei vincitori dei concorsi è di oltre 4 anni”. A lanciare l’allarme è la ricerca che apre la nuova edizione del Forum Pa.

“Solo dal 2018 a oggi sono andati in pensione 300mila dipendenti pubblici a fronte di circa 112mila nuove assunzioni e 1.700 stabilizzazioni di precari nel solo 2018”, si legge.

Non ha, poi, aiutato la sospensione imposta dall’emergenza Covid: “da settembre del 2019 ad oggi sono state messe a concorso meno di 22mila posizioni lavorative: di questo passo – viene evidenziato – ci vorrebbero oltre dieci anni a recuperare i posti persi”

Mezzo milione di over 62, 1 dipendente su 6

Nella Pubblica Amministrazione sono “540 mila” i dipendenti che hanno compiuto 62 anni di età, pari al ” 16,9% del totale”, mentre in “198 mila hanno maturato 38 anni di anzianità”.

Praticamente ci troviamo con una P.A dove un lavoratore su sei è over 62.