“Statali, sblocco contratti nel 2015”. D’Alia ci “spera”. Ora restano congelati

Pubblicato il 28 Maggio 2013 11:21 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2013 11:21
Giampiero D'Alia

Giampiero D’Alia

ROMA – Per ora è una speranza, o meglio un augurio. Anche se è speranza di ministro: ”Mi auguro che ci possa essere lo sblocco del rinnovo contrattuale dal 2015 ma dipende da come andrà l’economia del Paese’‘. A dirlo è Giampiero D’Alia, ministro per la Pubblica Amministrazione. Le sue parole, però, confermano un dato certo, ovvero che per tutto il 2014, gli aumenti in busta paga per i dipendenti pubblici non ci saranno. Tutto resta congelato.

Il blocco nel pubblico impiego fino al 2014, aggiunge il ministro della Funzione pubblica, ”non toglie che al tavolo con i sindacati la prossima settimana si possa discutere anche di questo per cercare un percorso che possa introdurre novità sul rinnovo del contratto, possiamo cominciare a discutere della parte normativa”.

Le risorse , precisa, ”non ci sono” perché il governo ha altre priorità ”come lavoro e fisco”. D’Alia lo ha detto sottolineando la consapevolezza che è ”un grosso sacrificio per i dipendenti pubblici ma – aggiunge a margine del ForumPa – fa parte dei sacrifici che stanno facendo tutti gli italiani”.