Statali, solo 1200 posti in più con lo stop al trattenimento in servizio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2014 12:16 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2014 12:16
Statali, solo 1200 posti in più con lo stop al trattenimento in servizio

Statali, solo 1200 posti in più con lo stop al trattenimento in servizio

ROMA – Statali, solo 1200 posti in più con lo stop al trattenimento in servizio. Un punto qualificante della legge che riforma la Pubblica Amministrazione è quello della “staffetta generazionale” cara al ministro Marianna Madia. L’inserimento di nuovi ingressi, 15mila in un triennio stimava il ministro, si sarebbe ottenuto attraverso l’abolizione dell’istituto del “trattenimento in servizio”, ovvero la possibilità di restare negli organici oltre l’età della pensione. I sindacati avevano consigliato di tenersi più bassi con le stime, parlando di 4/5mila dipendenti.

Ora i funzionari che hanno fornito la consulenza per la relazione tecnica che accompagna il provvedimento di riforma, hanno abbassato ulteriormente le stime: “Sulla base dei dati desunti dal conto annuale risultano in corso trattenimenti in servizio per circa 1.200 soggetti, di cui circa 660 relativi al comparto della magistratura”. Dato che sull’abolizione del trattenimento in servizio dei magistrati è scattata una deroga di un anno, in 660 andranno in pensione solo a fine 2015. Per cui la Ragioneria dello Stato può indicare in 600 i soggetti che da ottobre prossimo, avendo raggiunto i limiti pensionistici, dovranno lasciare il lavoro. Liberando, appunto, la possibilità di 600 nuovi ingressi.