Super-stipendi per super-manager: la lista dei 50 più pagati in Italia

Pubblicato il 13 Aprile 2012 14:45 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2012 14:45

ROMA – I super manager dagli stipendi d’oro in Italia sono cinquanta. Solo nel 2011 i 50 super manger hanno incassato 134 milioni di euro, una somma simile ai 170 milioni di fondi che i partiti incasseranno il prossimo luglio. Nel complesso tutti i top manager delle società quotate in Borsa riceveranno circa 500 milioni di euro. Il Fatto Quotidiano pubblica i dati degli stipendi e fa riflettere su come gli azionisti, col posto fisso assicurato, continuino ad alzarsi gli stipendi, nonostante la crisi ed i lavoratori che finiscono in cassa integrazione o vengono licenziati.

Il più pagato tra i manager è Mario Tronchetti Provera della Pirelli, con 22 milioni di euro nel 2011. Al secondo posto Francesco Gori, 10,5 milioni, anche lui in Pirelli. Paolo Scaroni di Eni si aggiudica il terzo posto con 5.884 milioni di euro, mentre solo al quarto posto si piazza Luca Cordero di Montezemolo con 5,5 milioni di euro. Al quinto posto c’è Fulvio Conti di Enel, con 4,4 milioni di euro. Sergio Marchionne di Fiat nel 2011 ha preso un compenso di 2,4 milioni di euro. Lo stipendio di Marchionne potrebbe sembrare diminuito dal 2010, in cui l’amministratore delegato della Fiat è stato pagato 3,4 milioni di euro. Solo un’apparenza in realtà, perché la maggior parte del compenso di Marchionne è stata pagata in azioni.

Ecco tutti gli altri stipendi in milioni di euro:

Andrea Guerra, Luxottica: 4,355

Fedele Confalonieri, Mediaset: 3,556

Giuliano Andreani, Mediaset: 3,18

Alberto Nagel, Mediobanca: 2,9

Sergio Balbinot, Assicurazioni generali: 2,718

Alberto Pirelli, Pirelli: 2,689

Alessandro Garrone, Erg: 2,617

Renato Pagliaro, Mediobanca: 2,550

Gianmarco Moratti, Saras: 2,536

Massimo Moratti, Saras: 2,536

Jonella Ligresti, Fondiaria: 2,514

Carlo Cimbri, Unipol: 2,370

Giovanni Perissinotto, Assicurazioni Generali: 2,351

Carlo Pesenti, Italcementi: 2,237

Federico Ghizzoni, Unicredit: 2,192

Roberto Colaninno, Immsi Piaggio: 2,180

Paolo Ligresti, Fondiaria: 2,140

Pietro Franco Tali, Saipem: 2,105

Emanuela Erbetta, Fondiaria: 1,994

Francesco Caltagirone, Cementir: 1,941

Pierfrancesco Saviotti, Banco Popolare: 1,938

Dieter Rampl, Unicredit: 1,807

Mario Moretti Polegato, Geox: 1,800

Fabrizio Viola, Pop. Emilia:m 1,752

Francesco Starace, Enel Green Power: 1,752

Rodolfo De Benedetti, Cir Cofide: 1,611

Luciano Benetton, Benetton: 1,600

Monica Mondardini, L’espresso: 1,527

Giovanni Castellucci, Atlantia: 1,518

Pietro Giuliani, Azimut: 1,494

Pier Silvio Berlusconi, Mediaset: 1,485

Angelo Girelli, Banca generali: 1,421

Antonio Vigni, Monte dei Paschi di Siena: 1,403

Claudio Calabi, Risanamento: 1,330

Leonardo Del Vecchio, Luxottica: 1,233

Giovanni Berneschi, Carige: 1,200

Enzo Chiesa, Pop.Milano: 1,117

Angelo Moratti, Saras: 1,026

Alberto Bombassei, Brembo: 1,000

Antonello Perricone, Rcs Media Group: 1,000

Vincenzo Mariconda, Risanamento: 0,863

Michele Colaninno, Immsi Piaggio: 0,737

Pierluigi Stefanini, Unipol: 0,727

Piergaetano Marchetti, Rcs Media Group: 0,600.