Stipendi super manageri: Sarmi 2 mln, Gorno Tempini 1 mln… La classifica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Marzo 2014 16:52 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2014 16:54
Stipendi super manageri: Sarmi 2 mln, Gorno Tempini 1 mln... La classifica

Massimo Sarmi (Foto Lapresse)

ROMA – Guadagnare due milioni di euro l’anno. Succede se sei a capo di Poste Italiane. Gli stipendi dei super manager di Stato sono nel mirino della spending review non solo del commissario Carlo Cottarelli, ma dello stesso presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che su poche misure proposte da Cottarelli è d’accordo. Mauro Moretti, amministratore delegato di Trenitalia, ha già minacciato di voler lasciare l’incarico se il suo compenso da 850mila euro l’anno verrà tagliato. Nessuno è insostituibile, verrebbe da ribattere…

Ma ecco chi sono gli altri super manager con salari da capogiro. L’elenco l’ha fatto Il Sole 24 Ore. Grazie ai nuovi obblighi di pubblicazione dei dati sugli emolumenti dai Consiglieri di amministrazione delle società partecipate dallo Stato è lo stesso ministero dell’Economia a fornire le cifre dei dirigenti, almeno quelle relative al 2012. 

  1. Massimo Sarmi, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane: 2.201.820 euro
  2. Giovanni Gorno Tempini, amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti: 1.035.000 euro
  3. Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia: 788.985 euro
  4. Pietro Ciucci, amministratore unico di Anas spa: 750.000 euro
  5. Maurizio Prato, presidente e amministratore delegato dell’Istituto poligrafico e zecca dello Stato:  601.370 euro
  6. Giuseppe Nucci, amministratore delegato di Sogin spa: 570.500 euro
  7. Massimo Garbini, amministratore unico di Enav spa: 502.820 euro
  8. Domenico Casalino, amministratore delegato di Consip spa: 475.410 euro
  9. Mauro Masi, amministratore delegato di Consap spa: 473.768 euro
  10. Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo 2015: 428.000 euro
  11. Cristiano Cannarsa, presidente e amministratore delegato di Sogei spa: 415.844 euro
  12. Raffaele Pagnozzi, amministratore delegato di Coni servizi spa: 336.000 euro