Swatch rompe con Tiffany

Pubblicato il 13 Settembre 2011 8:58 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2011 9:01

ZURIGO – Sarà la crisi, sarà qualcosa che è andato storto, sarà un’altra offerta in vista ma alla fine Swatch ha deciso di rompere con Tiffany. Così il contratto che doveva durare 20 anni si è già sgretolato con una cascata di accuse contro il marchio di gioielli chic, compresa la richiesta danni.

“La decisione è causata dal comportamento sistematico di Tiffay interessato a ritardare e impedire lo sviluppo del business”: ha scritto Swatch in una nota che, detta più semplicemente, vuole dire: Tiffany si è fatta gli affari suoi, altro che collaborazione tra gioielli e orologi.

Quella che doveva essere una lunga storia di amore e di affari era partita nel 2008, quando i due colossi avevano firmato un accordo per fare orologi Swatch, ma con il marchio Tiffany. Nell’intesa si parlava di sviluppo, produzione e  distribuzione, ma poi qualcosa non è andata per il verso giusto.

C’è chi sospetta che a Tiffany sia arrivata un’offerta migliore, chi teme che sia stata una questione di interessi: il marchio di gioielli avrebbe voltato le spalle a quello svizzero (per poi farsi scaricare) perché quello degli orologi non è più un grande business.

Stando a quanto hanno commentato alcuni analisti la conclusione dell’accordo di cooperazione dovrebbe comportare un impatto sulle vendite limitato: “Entrambe le società non sono soddisfatte dello sviluppo del contratto e le vendite si sono rivelate inferiori alle attese”, ha detto per esempio Rene Weber.