Tariffe anti-roaming sugli smartphone: Vodafone anticipa la Ue

Pubblicato il 27 Giugno 2013 13:57 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2013 13:58
Vodafone anticipa la Ue: tariffe anti-roaming sugli smartphone

Vodafone anticipa la Ue: tariffe anti-roaming sugli smartphone

ROMA – Vodafone anticipa la Ue: tariffe anti-roaming sugli smartphoneVodafone anticipa le leggi anti-roaming e si inventa una tariffa flat. Traduciamo. A usare lo smartphone all’estero si finisce per essere salassati al cambio dell’operatore, Vodafone Italia scommette allora su Internet illimitato e smartphone ‘low cost’ per conquistare nuovi clienti e aumentare l’uso dei dati anche all’estero.

La prima mossa è quella di abbattere i costi del roaming, sorpassando a destra il commissario Neelie Kroes che ha aperto nelle scorse settimane il dibattito sullo stop al roaming sulle tariffe all’interno dell’Unione europea entro il 2016.

“Non so se sarà possibile oppure no arrivare all’abolizione anche se è probabile ma preferisco che ci si arrivi prima da punto di vista commerciale” ha commentato Stefano Gastaut, direttore consumer mobile presentando l’iniziativa Smart Passport che, in particolare consente la navigazione illimitata anche all’estero.

“E’ una scelta condotta dal mercato – spiega Gastaut – tre anni fa c’erano 3 milioni di utilizzatori di smartphone che andavano all’estero e si lamentavano del roaming, oggi sono 26 milioni di potenziali utilizzatori di roaming all’estero. Se fosse tema di regolamentazione avremmo aspettato di vedere come si formulava la proposta della Kroes, oggi non avevamo nessun obbligo in questo senso” commenta sottolineando che l’intenzione non era quella di anticipare una normativa. La scommessa di Vodafone, partendo dalla considerazione che la metà di chi va all’estero spegne il roaming e il 10% addirittura acquista una sim nel paese di destinazione, è quella di fidelizzare i clienti e ampliare il traffico dati.