Tasse, 16 giugno: ingorgo fiscale. Tasi, Tari, Imu: tutte le scadenze

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 giugno 2014 10:29 | Ultimo aggiornamento: 8 giugno 2014 10:31
Tasse, 16 giugno: ingorgo fiscale. Tasi, Tasi, Imu: tutte le scadenze

Tasse, 16 giugno: ingorgo fiscale. Tasi, Tasi, Imu: tutte le scadenze

ROMA – Tasse, ingorgo fiscale il 16 giugno: tra Tasi, Irpef, Ires, addizionali, Irap, Iva e Imu in questo mese si concentra un fitto elenco di scadenze.

Le riporta tutte Luca De Stefani sul Sole 24 Ore, che sottolinea come in particolare sono due gli appuntamenti da ricordare, quest’anno: la prima rata della Tasi (la tassa sui servizi indivisibili), che va pagata entro il 16 giugno 2014 in base all’aliquota della delibera comunale, sempre se il Comune ha deliberato una diversa aliquota rispetto a quella base dell’1 per mille entro il 23 maggio. Se, invece, la delibera è stata adottata dal Comune entro il 10 settembre 2014 la prima rata va pagata il 16 ottobre 2014 (utilizzando l’aliquota della delibera comunale).

La Tasi 2014, invece, va pagata in un’unica soluzione entro il 16 dicembre 2014 se il Comune non ha adottato la delibera entro il 10 settembre 2014. Senza delibera, per le case in affitto l’inquilino deve versare il 10% dell’intera imposta dovuta. Se poi la delibera è stata adottata e pubblicata entro le suddette date, il saldo Tasi va pagato entro il 16 dicembre 2014 e va determinato sulla base di quanto deliberato dal Comune.

Per la Tari (la tassa sui rifiuti) la norma consente di pagare in unica soluzione entro il 16 giugno, ma il Comune deve stabilire le scadenze di pagamento prevedendo almeno due rate a scadenza semestrale. La Tari può essere pagata con il modello F24 o con le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali. La Tasi, invece, può essere pagata solo con l’F24 o con il bollettino postale.

Ma ecco tutto l’elenco di appuntamenti per i contribuenti italiani stilato dal Sole 24 Ore:

16 GIUGNO 2014

Redditi e Irap: versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi e del modello Irap, per il 2013 , compresa l’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei beni d’impresa.

Saldo Iva: versamento del saldo Iva per il 2013, per chi presenta il modello Unico, con maggiorazione 0,4% mensile rispetto all’ordinaria scadenza del 16 marzo 2014.

Imu:  versamento del primo acconto Imu per il 2014.

Tasi: versamento della prima rata Tasi (Tassa sui servizi indivisibili), utilizzando l’aliquota deliberata dal Comune, se il Comune ha deliberato una diversa aliquota rispetto a quella base dell’1‰ (per le abitazioni principali, se ha deliberato aliquote e detrazioni), entro il 23 maggio 2014, con pubblicazione entro il 31 maggio 2014 sul sito internet www.finanze.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/IUC/sceltaregione.htm.

Tari: versamento della Tari (tassa sui rifiuti) in un’unica soluzione ovvero della prima rata Tari, salvo diversa scadenza determinata dal Comune.

Diritti annuali: versamento del diritto annuale per l’iscrizione alla Camera di Commercio.

Consolidato: presentazione telematica della comunicazione di opzione per il regime di tassazione del consolidato nazionale

Redditi: consegna da parte del contribuente del modello 730/2014, relativo al 2013, e il 730-1 (scelta per la destinazione dell’otto e cinque per mille dell’Irpef) a un Caf, a un professionista abilitato (dottore commercialista, esperto contabile o consulente del lavoro) o al proprio sostituto d’imposta, se questo presta l’assistenza fiscale ai propri sostituiti tramite un Caf di cui è socio. Vanno sempre esibiti tutti i documenti comprovanti gli oneri deducibili o detraibili, oltre che le altre detrazioni e i crediti d’imposta e lo scomputo delle ritenute d’acconto

24 GIUGNO 2014

Redditi: il Caf, il professionista abilitato o il sostituto d’imposta (socio di un Caf) consegna al contribuente la copia del modello 730/2014 elaborato e il relativo prospetto di liquidazione, modello 730-3.

30 GIUGNO 2014

Rivalutazioni: versamento dell’imposta sostitutiva relativa alla rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni non in regime d’impresa posseduti al 1° luglio 2011 (terza rata), al 1° gennaio 2013 (seconda rata) o 1° gennaio 2014 (prima rata).

Partecipazioni: redazione e giuramento della perizia di stima, per la rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e dei terreni edificabili e con destinazione agricola, posseduti al 1° gennaio 2014.

Iscrizioni al 5 per mille: gli enti di volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche che intendono partecipare al riparto della quota del 5 per mille dell’Irpef devono inviare con raccomandata A/R o con pec, rispettivamente alla Direzione regionale delle Entrate o al Coni, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, attestante il possesso dei requisiti previsti dalla normativa ai fini dell’iscrizione al 5 per mille

Redditi: presentazione del modello Unico cartaceo all’ufficio postale, ammesso solo per le persone fisiche e solo in casi particolari indicati nelle istruzioni del modello. Il termine ordinario per l’invio telematico è il 30 settembre 2014.

Imu:  presentazione della dichiarazione Imu per il 2013.