Detrazioni, Grilli: “Effetti dal 2013”. Monti: “Si va verso mesi difficili”

Pubblicato il 12 Ottobre 2012 18:20 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2012 18:28
Mario Monti (Foto LaPresse)

TOKYO – Gli effetti del nuovo sistema di detrazioni fiscali si avranno dal gennaio 2013: lo sostiene il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli. Il ministro ha detto: ”E’ una situazione complessa, con una serie di tecnicalità che si ripresentano ogni volta si toccano le aliquote: il nuovo sistema di detrazioni partirà dal 1 gennaio 2013 dal punto di vista di cassa”.

”E’ una questione complessa – ha ripetuto il ministro – con i saldi sul 2012 e gli anticipi sul 2014 che saranno di competenza del 2013”.  Il taglio delle detrazioni, ha ricordato il ministro, vale 1 miliardo rispetto ai 6,5 derivanti dal taglio di un punto dell’Irpef sulle aliquote più basse: ”Ci sono 5,5 miliardi che entrano nelle tasche degli italiani”.

Sembra insomma che non arriveranno tempi facili. Mario Monti ha detto oggi che “il nostro Paese ha davanti a sè mesi difficili” e anche Grilli sostiene: ”Il mio giudizio è che non si può smettere di essere rigorosi sul taglio della spesa se si vuole essere più dolci sul fronte delle tasse”.

”Può essere frustrante questo doversi adeguare agli andamenti del mercato – ha aggiunto – ma pensate se avessimo annunciato di prendercela più comoda prima di luglio”. Certe cose si possono realizzare soltanto ”se hai la credibilità giusta, la consapevolezza che certi risultati siano raggiunti” e in ogni caso, ha concluso il ministro, ”tagliare le tasse vuol dire tagliare le spese”.