Tasse 2020, le cinque new entries: plastic, sugar e Robin tax, auto aziendali e fortuna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Dicembre 2019 14:33 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2019 14:33
Tasse 2020, le cinque new entries: plastic, sugar e Robin tax, auto aziendali e fortuna

Sugar e plastic tax (Ansa)

ROMA – Cambiano la tassa sulla plastica, quella sulle auto, e pure la sugar tax. Ma non solo. Dopo una maratona di 14 ore, che diventano più di un giorno intero se si contano anche le riunioni di maggioranza per tirare le fila delle migliaia di proposte di modifica, la legge di Bilancio arriva al primo, e sostanzialmente, unico traguardo parlamentare. 

Il 2020 ci riserva, diversamente modulate, cinque nuove tasse: plastic tax, sugar tax, Robin tax sui titolari di concessioni, tassa auto aziendali tassa e sulla fortuna al 20% anche sulle slot.

Plastic tax e sugar tax

Nella notte arriva il via libera anche all’intesa di maggioranza: la plastic tax, rivista 4 volte prima di incassare il voto, alla fine viene fissata a 45 cent al chilo, si applicherà anche al tetrapack e slitta a luglio. 

Via libera alla sugar tax, la tassa di 10 centesimi al litro sulle bevande analcoliche zuccherate, che scatterà dal primo ottobre 2020.

Robin tax, +3,5% Ires titolari concessioni

La Robin tax, cioè l’addizionale Ires, sale del 3,5% per i concessionari di autostrade, porti, aeroporti e ferrovie. L’addizionale si applicherà per tre anni: 2019-2021. L’Ires passa quindi dal 24 al 27,5%.

Auto aziendali

Si tratta di un taglio di agevolazione fiscale più che di una tassa. La nuova tassazione sulle auto aziendali scatterà da luglio 2020. Sarà circoscritto alle auto di nuova immatricolazione. Il fringe benefit si attesterà al 25% per le auto meno inquinanti, mentre sale dal 40% fino al 60% nel 2021 per le auto più inquinanti, in base al livello di emissioni.

Se vinci al gioco lo Stato si prende un quinto

Dal primo marzo aumenta al 20% il prelievo sulle vincite oltre i 500 euro. Soni incluse quelle alle lotterie istantanee come i Gratta e Vinci. Nel caso delle vincite alle new slot sopra i 200 euro, dal 15 gennaio il prelievo sale al 20%. (fonte Ansa)