Tasse più basse su redditi più bassi: 18 mln contribuenti pagano 17 euro al mese, meno di così?

Tasse più basse sui redditi più bassi: un dogma del politicamente e socialmente corretto. Utile e giusto che così sia (al netto di redditi dichiarati falsamente bassi) ma così già è: 18 mln di contribuenti, il 40% circa, pagano di Irpef in media 17 euro al mese.

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 16 Agosto 2022 - 10:30
Tasse più basse su redditi più bassi: 18 mln contribuenti pagano 17 euro al mese, meno di così?

Tasse più basse su redditi più bassi: 18 mln contribuenti pagano 17 euro al mese, meno di così? FOTO ANSA

Tasse, c’è una tassazione reale e una tassazione, per così dire, percepita. Tutti hanno la percezione di pagare, in relazione al loro reddito o rapportate alla loro, diciamo così, disponibilità fiscale, più tasse di quanto non paghino nella realtà. E’ universale e comprensibilissimo che la tassazione percepita sia più dolente e massiccia di quella subita. Ma nel legno storto e marcio della fiscalità italiana di tassazione ce n’è anche una terza: oltre a quella effettivamente subita e a quella percepita c’è quella tanto immaginaria quanto oggetto di culto.

I redditi bassi e le tasse

Il culto, sostanzialmente osservato da tutte le forze politiche e dall’informazione tutta, contempla il dogma del “tasse più basse per i redditi bassi”. Come ogni dogma rifugge da dimostrazioni e non tollera verifiche empiriche. E’ politicamente corretto e socialmente corretto dire “tasse più basse per i redditi più bassi” e macroscopicamente scorretto anzi socialmente ingiurioso il solo pensiero che non sia più necessario. Necessario, non utile o giusto. Tasse più basse per4e i redditi più bassi è già nella realtà, è già nella legislazione. E’ utile, socialmente utile che così sia. E che così sia risponde anche a criteri di giustizia ed equità. Purtroppo nel caso italiano fieramente inquinati dalla mastodontica presenza tra i redditi bassi dichiarati di redditi ben più alti e però occultati. Ma, appunto, è già così.

Sotto i 15 mila euro 18 mln di contribuenti

Dichiarazioni dei redditi 2020, le ultime disponibili: 18 milioni di contribuenti italiani, circa il 40 per cento del totale di tutti i contribuenti, pagano in media di Irpef 17 euro al mese, 17 euro e spiccioli. Diciotto milioni di italiani su circa 41 (tanti i contribuenti) dichiarano redditi annuali entro i 15 mila euro lordi e quindi pagano di Irpef in media circa 200 euro l’anno. Tasse più basse per i redditi bassi? Meno di così? Meno di duecento euro l’anno c’è il niente tasse. Per i redditi veramente bassi e per i tanti che fingono, simulano in dichiarazione redditi bassi e che così abitano, da abusivi, un paradiso fiscale.