Tasse: cresce il gettito (+1,2%). Balzo Iva (+4,6%) conferma crescita consumi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Aprile 2014 10:12 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2014 10:12
Tasse: cresce il gettito (+1,2%). Balzo Iva (+4,6%) conferma crescita consumi

Tasse: cresce il gettito (+1,2%). Balzo Iva (+4,6%) conferma crescita consumi

ROMA – Tasse: cresce il gettito (+1,2%). Balzo Iva (+4,6%) conferma crescita consumi. Le entrate tributarie crescono in Italia, con l’Iva sui consumi interni che registra un aumento decisamente consistente (aumentano i consumi interni ma è aumentata anche l’aliquota ordinaria dal 21 al 22%) e gli incassi provenienti dagli enti locali che segnano un aumento a due cifre grazie a varie voci, tra cui in particolare un vero e proprio picco dell’Imu. Il bollettino del Ministero delle Finanze ha rilevato nel periodo gennaio-febbraio di quest’anno un aumento dell’1,2% delle entrate tributarie erariali, salite a 61.784 milioni di euro, ovvero 735 milioni di euro in più rispetto ai primi due mesi del 2013.

In particolare per quanto riguarda le imposte dirette (-1,5% a 36.518 milioni di euro), l’Irpef rimane complessivamente stabile (+0,1%, pari a 42 milioni di euro), mentre l’Ires mostra un aumento dell’1,7% (+14 milioni di euro). Tra le varie voci delle imposte indirette spicca invece l’aumento dell’Iva, che mette a segno un +4,6% a oltre 12,5 miliardi di euro (+549 milioni di euro). Un andamento che, spiega il Mef, riflette il trend positivo della componente relativa ai consumi interni pari al 7,6% (+740 milioni di euro), in atto da alcuni mesi e tale da compensare la dinamica negativa che ancora si registra per la componente sull’import (-8,2% ovvero 191 milioni di euro).

Nel solo mese di febbraio i flussi Iva ammontano a 7.617 milioni di euro (+733 milioni di euro, +10,6%). Quanto poi alla maggiorazione Tares, riservata interamente allo Stato, ha generato un gettito di 277 milioni. E mentre procede il cammino per il recupero dell’evasione fiscale (le entrate tributarie derivanti dall’attività di accertamento e controllo crescono del 5,2%, con 50 milioni di euro in più), gli incassi degli enti locali fanno segnare un incremento dell’11,4%. Spicca tra tutti l’incremento del 444% dell’Imu, a quota 593 milioni di euro.