Manovra Confindustria: tasse sui prelievi Bancomat e nuova patrimoniale

Pubblicato il 26 Settembre 2011 - 10:15 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Confindustria vuole tassare i prelievi bancari superiori a 500 euro e rilancia l’ipotesi di una patrimoniale: dopo l’idea del condono, sarebbero queste le nuove proposte degli industriali nella “contro manovra” presentata in opposizione (o in aggiunta) a quella varata dal governo. E Il Giornale continua a criticare le mosse di Emma Marcegaglia e i suoi.

Nel “manifesto delle imprese per salvare l’Italia”, spiega Pierluigi Bonora sul Giornale, la proposta sui prelievi “over 500” sarebbe motivata nell’ottica della “lotta all’evasione fiscale”. Eppure, prosegue Bonora, una misura del genere non risolverebbe i problemi dell’evasione, visto che versamenti e prelievi potrebbero essere fatti a più riprese e con somme minori.

Per quanto riguarda la patrimoniale, invece, l’idea degli industriali sarebbe quella di un’imposta annuale dell’1,5 per mille. Altra ipotesi bocciata dal Giornale, visto che si andrebbero a tassare i beni e non i redditi, con il rischio di “impoverire il contribuente”.

A breve, comunque, il governo dovrebbe esaminare le proposte di Confindustria, anche se alcuni ministri (come Brunetta e La Russa) hanno già risposto piccati agli industriali: il primo ha parlato di “ultimatum”, il secondo di “diktat”.