Telecom-Telefonica, Consob: “Sotto 30% nessun obbligo di Opa”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2013 12:44 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 12:45

Assemblea azionisti telecomROMA – Telefonica non è obbligata a lanciare un’Opa, un’offerta pubblica di acquisto, stando alle regole attuali. E’ quello che dice il presidente della Consob Giuseppe Vegas: “L’attuale normativa italiana lega l’obbligo di Opa al superamento del 30% del capitale con il diritto di voto, indipendentemente dal fatto che alla partecipazione acquisita corrisponda una situazione di controllo della società quotata”.

Gli spagnoli di Telefonica stanno infatti puntando al controllo di Telco che, a sua volta, detiene “solo” il 22,4% di Telecom. In ogni caso, quelli legati al riassetto della compagnia italiana sono “temi giustamente all’attenzione dell’opinione pubblica, ma ha poco senso drammatizzare il contrasto tra stabilità e contendibilità del controllo”, ha commentato. Però “non si può avere paura degli stranieri e chiedere contemporaneamente soldi stranieri. Il tema è se l’azienda funzionerà meglio o sarà cannibalizzata”.