Terna. Ebitda 2013 a 1,45 miliardi, utile 480 milioni: Alberto Nosari prevede

Pubblicato il 3 Giugno 2013 5:42 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 11:24
Alberto Nosari

Alberto Nosari

Terna spinge l’acceleratore sull’hub elettrico europeo e vede un Ebitda 2013 a 1,45 miliardi (+4,3%) e un utile a 480 milioni, secondo le previsioni di Alberto Nosari per Affari%Finanza di Repubblica.

Secondo Alberto Nosari, Terna

“conferma la politica di investimenti infrastrutturali per potenziare la rete italiana e creare quell’hub europeo che dovrebbe affacciarsi pure sul mediterraneo”.

Il programma, scrive Alberto Nosari, vale

“7,9 miliardi nell’arco di un decennio, di cui 4,1 entro il 2017 per la sola componente “tradizionale”. Iniziative che consentiranno di migliorare la redditività pur salvaguardando quella solidità patrimoniale che rende compatibile e sostenibile anche la “generosa” politica di dividendi adottata dal gruppo: una cedola di 19 centesimi sull’attività tradizionale a cui si aggiungerà un pay out del 60% sugli utili delle altre attività”.

Intanto Terna

“si prepara a chiudere il 2013 con un utile a 480 milioni grazie ad una crescita del 4,3% dell’Ebitda, atteso in prossimità di 1,45 miliardi salvo il sopraggiungere di eventi ad oggi non ipotizzabili.

“I debiti dovrebbero invece collocarsi al di sotto di 6,6 miliardi grazie ad una generazione di cassa attesa a un miliardo e pur nella conferma di investimenti prossimi al picco dello scorso anno, oltre 1,2 miliardi”.