Terremoto in Giappone, la Borsa: “Il Nikkei potrebbe scendere sotto 10 mila”

Pubblicato il 13 Marzo 2011 20:00 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2011 20:19

TOKYO – La Borsa di Tokyo potrebbe scendere domani con l’indice Nikkei sotto quota 10 mila punti, con gli investitori che probabilmente opteranno per asset piu’ sicuri dopo il terremoto e lo tsunami che hanno colpito il paese venerdi’. Per le obbligazioni governative e lo yen gli analisti si attendono invece un rialzo.

”Inizialmente tutti i settori saranno sotto pressione a vendere. Il Nikkei potrebbe crollare di circa il 20% dal picco recente di 10.900 punti. Potrebbe anche scendere sotto i 9.000 punti nel breve termine”, stima Masaru Hamasaki, senior strategist alla Toyota Asset Management. ”Il Nikkei potrebbe oscillare tra 9.500 e 10.000 punti nei prossimi giorni”, aggiunge Seiichiro Iwasawa, chief strategist di Nomura Securities. La storia tuttavia suggerisce che questo terremoto non dovrebbe far deragliare l’intera economia. Nei primi cinque giorni successivi al terremoto di Kobe nel 1995 l’indice Nikkei era sceso dell’8%, ma poi nei 10 giorni successivi era salito del 5%. .