Tokyo, azione su Yen non basta: Borsa chiude a -0.69%

Pubblicato il 31 Ottobre 2011 7:52 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2011 7:53

TOKYO – La Borsa di Tokyo chiude gli scambi in calo dello 0,69%, malgrado le azioni dirette sui mercati di governo e Bank of Japan (BoJ) per 'raffreddare' la corsa dello yen: l'indice Nikkei si porta a quota 8.988,39, con la perdita di 62,08 punti.

Tra gli operatori, in particolare, restano i dubbi sulla ''durata'' degli effetti a tutela dello yen i cui ''movimenti repentini – ha ricordato oggi il premier Yoshihiko Noda – pesano negativamente sull'economia''.
In altri termini, la valuta nipponica è vista come orientata verso il rafforzamento se il Fomc, il board di politica monetaria della Federal Reserve americana, menzionera' ulteriori misure di allentamento quantitativo nella riunione che si terra' domani. In assenza di un coordinamento internazionale, quindi, le misure di Tokyo potrebbero risolversi in un nulla di fatto. Intanto, il Nikkei, sulla spinta dell'iniziativa coordinata di governo e BoJ, ha toccato oggi un massimo intraday oltre quota 9.100 (a 9.152,39) per la prima volta dal 16 agosto, mentre lo yen e' raggiunto quota 79,55, il top dal 4 agosto, giorno dell'ultimo intervento a difesa dello yen negli sforzi per frenarne la corsa.