Toyota di nuovo in forma: torna in attivo con 2, 2 miliardi di utili

Pubblicato il 4 agosto 2010 15:00 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2010 15:01

A febbraio era abbastanza malandata, in piena crisi dell’auto e con 8,5 milioni di macchine richiamate, le vendite erano crollate. Ora Toyota ritorna in attivo, con un utile netto di 2, 2 miliardi di dollari per il secondo trimestre 2010 aprile-giugno.

Il gigante giapponese insomma resiste ai colpi del collasso economico globale, malgrado diversi incidenti di percorso abbiano reso difficile gli ultimi mesi. Prima il pedale dell’acceleratore, poi il sistema frenante avevano messo a dura prova la resistenza della credibilità di Toyota nel mercato auto. Ad aprile era stata costretta ad accettare la bacchettata del governo Usa: una multa da 16,4 milioni di dollari, la più alta mai decisa in termini civili dalle autorità americane.

Nonostante la nuova politica di taglio delle spese superflue e di contenimento dei costi, Toyota ha superato le aspettative di ripresa, come sottolinea il New York Times.

Buone notizie a parte l’amministratore delegato Takahiko Ijichi ha avvertito che il rafforzamento dello yen potrebbe portare un’ombra sulle speranze della società. La valuta giapponese infatti è costantemente aumentata negli ultimi mesi, raggiungendo il dollaro. La moneta forte infatti rende più difficili le esportazioni giapponesi perché rende i prodotti più costosi oltreoceano e i guadagni in valuta estera diminuiscono.