Trasferte abituali, stretta fiscale: sono reddito tassabile al 50%. Cassazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2014 14:42 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2014 14:42
Trasferte abituali, stretta fiscale: sono reddito tassabile al 50%. Cassazione

Trasferte abituali, stretta fiscale: sono reddito tassabile al 50%. Cassazione

ROMA – Trasferte, stretta fiscale: sono reddito tassabile al 50%. Cassazione. Stretta della Corte di Cassazione per i datori di lavoro alle prese con le prestazioni occasionali fuori sede dei dipendenti: sulle trasferte viene ridotta l’area di sgravi contributivi e fiscali. Il principio è che indennità e rimborsi dei lavoratori impegnati per contratto a svolgere il lavoro in luoghi sempre variabili e diversi, concorrono alla formazione del reddito nella misura del 50%. Anche se la corresponsione delle indennità è a carattere continuativo.

Il punto sta nella dimensione risarcitoria (trasferte occasionali con indennità fiscalmente esenti fino 46,48 euro al giorno) e in quella retributiva (il trasfertista professionale riceve compensi per la sua attività e e non in ragione di indennità e quindi non sono ammesso sgravio fiscali e contributivi). Leggi qui la sentenza della Corte di Cassazione Sezione Lavoro civile Sentenza 6 marzo 2014, n. 5289.