Trasparenza conti pubblici: Reggio Emilia in testa, maglia nera per NApoli

Pubblicato il 12 Marzo 2010 14:44 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2010 14:55

È Reggio Emilia la città più virtuosa d’Italia in tema di trasparenza nei conti pubblici mentre Napoli si conferma in fondo alla classifica.

È quanto evidenzia uno studio diffuso dalla Fondazione Civicum, dal quale emerge che il comune emiliano è l’unico ad essersi guadagnato le ‘quattro stelle’ assegnate dalle grandi società di revisione (Ernst& Young, Pricewaterhouse-Coopers, Kpmg e Deloitte) che hanno analizzato i conti del 2008 delle principali città italiane. In testa alla classifica, spiega la nota, oltre a Reggio Emilia, ci sono Trento, Bolzano, Ancona e Perugia.

Le città più ‘opache’, invece, restano Napoli, Catanzaro e Potenza. Ma tra le pecore nere figurano anche città del Nord come Trieste e Venezia, mentre Milano agguanta in extremis la seconda delle quattro stelle messe in palio dal rating.

Le quattro stelle assegnate a Reggio Emilia riflettono il fatto che il comune risulta l’unico ad aver fornito un quadro completo ed esaustivo del sistema di governance e controllo interno. La città emiliana ha così scavalcato in classifica Trento che risulta comunque l’unica a guadagnare tre stelle. Due stelle vanno invece a Bolzano, Ancona, Perugia, Pescara, Cagliari, Firenze, Bologna, Modena, Torino, Genova, Palermo, Milano e Bari.

Una soltanto a Venezia, Trieste, La Spezia, Catanzaro, Potenza, Napoli. Dal rapporto emerge che oltre il 20% dei Comuni non pubblica il bilancio consuntivo su internet, anche se il trend risulta in miglioramento. Nella prima edizione circa il 70% dei Comuni analizzati non pubblicava la documentazione relativa al bilancio on-line. Inoltre, su 21 Comuni, solo due ottengono più della metà dei punti disponibili e in un’ottica complessiva emerge che sia il Nord che il Sud siano allo stesso modo opachi in termini di rendicontazione.