Trenitalia abbassa le tariffe ma emette un debito da 1,5 miliardi

Pubblicato il 29 Marzo 2013 13:25 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2013 13:25
Trenitalia abbassa le tariffe ma emette un debito da 1,5 miliardi

Trenitalia abbassa le tariffe ma emette un debito da 1,5 miliardi (Foto Lapresse)

ROMA – Trenitalia abbassa il prezzo dei biglietti ma chiede un nuovo prestito obbligazionario da 1,5 miliardi. Per cercare di stare dietro alla concorrenza di aerei e Nuovo Trasporto Viaggiatori di Luca Cordero di Montezemolo, Mauro Moretti ha lanciato tariffe che permettono di viaggiare sul Frecciarossa Roma Milano a partire da 29 euro.  

Proposte simili ci sono anche per le tratte tra Napoli e Firenze e tra Roma e Venezia. Tutte tratte in cui spiccano le offerte di Alitalia e EasyJet sulla Roma-Milano e di Italo sugli altri percorsi.

L’annuncio è arrivato durante la presentazione del primo Frecciarossa 1000, dedicato a Pietro Mennea, uscito dallo stabilimento AnsaldoBreda di Pistoia. Un super treno che viaggerà a 360 km orari, riducendo le distanze tra Roma e Milano a due ore e 15.

Mentre lancia le offerte, però, Trenitalia ha lanciato un bond da 1,5 miliardi per riuscire a pagare gli stipendi e i fornitori. Questo perché non sono ancora arrivati i 2 miliardi di soldi dovuti da Stato e Regioni.

Ma il Fatto Quotidiano arriva a parlare di possibile “volontà di dumping, cioè

“che le Fs stiano vendendo il loro servizio di punta sottocosto con un obiettivo preciso: dare una spallata destabilizzante e doppia alla concorrenza. Prima di tutto un colpo micidiale all’Alitalia che proprio sulla linea Milano-Roma è messa sempre più all’angolo dai treni veloci e che oltretutto alcuni giorni fa ha definitivamente perso a favore di EasyJet quel monopolio dei voli che gli era stato graziosamente consegnato dal governo di Silvio Berlusconi nell’autunno del 2008. La manovra tariffaria delle Ferrovie statali dà inoltre una botta anche ai treni Italo della Ntv, la compagnia di Luca di Montezemolo e Diego Della Valle, non in grado di replicare con un’offerta al passo, dal momento che il prezzo più conveniente che l’azienda ferroviaria privata riesce a proporre nella categoria low cost sulla Roma-Milano è di 35 euro, 6 in più del concorrente”.