Trivelle, in manovra tornano gli sconti dal 2020. Ma solo per i più piccoli

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2019 19:20 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2019 19:20
Trivelle, in manovra tornano gli sconti dal 2020. Ma solo per i più piccoli

Nella foto Ansa, il premier, Giuseppe Conte, e il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri

ROMA  –  Tornano, dal 2020, gli sconti fiscali sulle tasse dovute per i prodotti delle trivelle, contenute nella legge sulle royalties, ma solo per i più piccoli. Un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio al Senato reintroduce l’esenzione (una sorta di franchigia) ma unicamente sulle concessioni di coltivazione con una produzione annua inferiore o pari a 10 milioni di Smc (standard metro cubo) di gas in terraferma e con una produzione inferiore o pari a 30 milioni di Smc gas in mare.

Per le concessioni di coltivazione superiori o pari a 10 milioni di Smc di gas in terraferma e con una produzione inferiore o pari a 30 milioni di Smc di gas in mare, per il triennio 2020-2022, l’articolo prevede invece l’intero versamento all’entrata del bilancio dello Stato del valore dell’aliquota di prodotto corrispondente ai primi 25 milioni di Smc di gas e alle prime 20.000 tonnellate di olio prodotti annualmente in terraferma e ai primi 80 milioni di Smc di gas e 50.000 tonnellate di olio prodotti annualmente in mare. (Fonte: Ansa)