Ubi Banca, perquisizioni e inchiesta per le firme false. Bazoli fra gli indagati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 febbraio 2015 11:56 | Ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2015 11:56
Ubi Banca, perquisizioni e inchiesta per le firme false. Bazoli fra gli indagati

Ubi Banca, perquisizioni e inchiesta per le firme false. Bazoli fra gli indagati

ROMA – Ubi Banca, perquisizioni e inchiesta per le firme false. Bazoli fra gli indagati. Nel nuovo filone d’inchiesta che riguarda Ubi Banca, diretto dal pm di Bergamo Fabio Pelosi e svolto dal Nucleo di polizia valutaria della Gdf, sono indagati il presidente del consiglio di sorveglianza di Banca intesa San Paolo Giovanni Bazoli nella qualità di presidente dell’ Associazione banca lombarda e piemontese e i vertici di Ubi banca.

Le perquisizioni della Gdf si sono svolte oltre che nelle sedi di Ubi Banca, anche nella sede di Bergamo della Compagnia delle Opere e della Confiab (Confederazione degli artigiani di Bergamo). L’allargamento dell’inchiesta capita proprio nei giorni in cui è d’attualità la riforma degli statuti delle banche popolari per abolire il sistema una testa un voto a prescindere dal peso azionario dei soci.

Si parla di ipotesi di reato per ostacolo alla vigilanza e illecita influenza sull’assemblea della banca del 2013. Fu una assemblea da numeri record, con oltre 13mila soci presenti e l’allora combattivo socio dissidente Jannone che prometteva fuoco e fiamme. Alla fine l’assise decretò l’elezione del consiglio di sorveglianza, nominando Andrea Moltrasio come presidente e Mario Cera come vice. In quell’occasione, secondo l’accusa, sarebbero state raccolte illegalmente deleghe in bianco e anche deleghe con firme falsificate. (La Repubblica)

L’elenco completo dei vertici Ubi Banca indagati comprende Franco Polotti, presidente del consiglio di gestione di Ubibanca, Andrea Moltrasio, presidente del consiglio di sorveglianza, Victor Massiah, amministratore delegato, Mario Cera, vicepresidente vicario dle consiglio di sorveglianza, e Emilio Zanetti, consigliere di amministrazione della Banca Popolare di Bergamo e della Banca Popolare Commercio e industria. Per i sei il reato ipotizzato è ostacolo alla vigilanza.

5 x 1000

Nell’inchiesta vi sono altri cinque indagati. Sono: Antonella Bardoni, presidente della Confiab (Confederazione artigiani di Bergamo) e componente il consiglio di sorveglianza di Ubi Banca, Giuseppe Sciarrotta, responsabile del servizio rapporti con i soci dell’istituto, Guido Marchesi, consulente dello stesso servizio, Marco Mandelli, direttore generale della Banca Popolare Commercio e Industria (gruppo Ubi),e Rossano Breno, in passato presidente della Compagnia delle Opere di Bergamo. Il pm Pelosi ipotizza nei loro riguardi il reato di illecita influenza su assemblea, previsto da una specifica norma del codice civile.