Ue-16: lieve crescita per disoccupazione e inflazione

Pubblicato il 29 Ottobre 2010 11:25 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2010 11:25

Crescono lievemente, nei 16 paesi dell’area euro, sia la disoccupazione sia l’inflazione.  Nei sedici Paesi che compongono l’area dell’euro il tasso di disoccupazione in settembre si è attestato a quota 10,1%, in leggero aumento rispetto al 10% di agosto. Lo rileva Eurostat, l’ufficio europeo di statistica. Un anno fa la percentuale dei disoccupati di Eurolandia era al 9,7%. Disoccupazione in lieve crescita, al 9,6%, nell’Unione europea dove un anno fa era al 9,3%. Il tasso per l’Italia indicato da Eurostat è dell’8,3%.

L’inflazione nella zona dell’euro è  attesa all’1,9% nel mese di ottobre contro l’1,8% del mese precedente. Lo rende noto Eurostat, l’ufficio europeo di statistica, nella sua stima flash. Il dato definitivo sarà pubblicato il 16 novembre prossimo.

Complessivamente, secondo le stime di Eurostat, nel settembre scorso, i disoccupati nell’Unione europea erano 23,109 milioni di cui 15,917 nell’area dell’euro. In rapporto ad agosto, c’è stato un aumento di 71 mila unità nell’Ue e di 67 mila nella zona dell’euro. In un anno i disoccupati in più nell’intera Unione europea sono stati 656 mila, mentre nella sola zona dell’euro 424 mila. Tra gli Stati membri dell’Ue, il tasso più alto di disoccupazione resta in Spagna (20,8%) seguita dalla Lettonia (19,4% nel secondo trimestre dell’anno), mentre quello più basso è indicato in Olanda (4,4%) e in Austria (4,5%).

Su base annua, sette stati hanno visto una diminuzione della disoccupazione, in uno è rimasta stabile, mentre in tutti gli altri è aumentata. Tra le diminuzioni più significative, quella della Germania dove i senza lavoro sono calati dal 7,6% al 6,7%. Per quanto riguarda gli uomini, il tasso di disoccupazione nella zona dell’euro, in settembre rispetto ad un anno fa, e’ passato dal 9,8% al 9,9% nella zona dell’euro, mentre e’ rimasto stabile al 9,5% nell’Unione europea. Per le donne invece c’e’ stato un aumento dal 9,9% al 10,3% nella zona dell’euro e dal 9,1% al 9,6% nell’Ue-27. In crescita anche i senza lavoro tra i giovani con meno di 25 anni: nella zona dell’euro al 20,2% e nell’Unione europea al 20,6%. Il paese con il tasso piu’ basso di giovani disoccupati e’ la Germania (8,5%).

L’inflazione nella zona dell’euro e’ attesa all’1,9% nel mese di ottobre contro l’1,8% del mese precedente. Lo rende noto Eurostat, l’ufficio europeo di statistica, nella sua stima flash. Il dato definitivo sara’ pubblicato il 16 novembre prossimo.