Ultimi dati Istat: le famiglie italiane guadagnano e risparmiano meno

Pubblicato il 28 Ottobre 2009 14:24 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2009 14:24

istatTempi duri per le famiglie italiane: meno soldi in tasca, meno possibilità di risparmiare, potere d’acquisto in calo.

La fotografia dell’Istat lancia un messaggio semplice e comprensibilissimo: il reddito delle famiglie si assottiglia e di conseguenza diminuisce anche la propensione al risparmio. Le dolenti note arrivano dagli ultimi dati Istat riferiti al secondo trimestre del 2009. Il reddito lordo a disposizione delle famiglie italiane, consumatori e micro-imprese è diminuito di 11 miliardi rispetto al trimestre precedente. Si riduce dello o,4% (sempre rispetto al trimestre precedente) la porzione di reddito destinata al risparmio.

Prendendo in esame il periodo luglio 2008 – giugno 2009, l’Istat rileva che la propensione al risparmio subisce il primo calo, dopo una crescita iniziata nel primo trimestre del 2008.

A preoccupare è in generale la perdita del potere d’acquisto delle famiglie registrando una riduzione dell’1% a livello congiunturale e dell’1,2% a livello tendenziale. In valori assoluti il potere d’acquisto si è ridotto di quasi 9 miliardi di euro (passando da 886,491 miliardi del primo trimestre del 2009 a 877,631 miliardi del secondo trimestre). A confronto il reddito lordo disponibile è invece sceso di 11 miliardi (da 1.094,634 miliardi a 1.083,808).