Unicredit, ceo Mustier: “Facebook non è etico, interrotta ogni interazione”

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 agosto 2018 6:10 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2018 19:43
Unicredit, ceo Mustier: "Facebook non è etico, interrotta ogni interazione"

Unicredit, ceo Mustier: “Facebook non è etico, interrotta ogni interazione” (Foto Ansa)

MILANO – Gelo tra Unicredit e Facebook. “Prendiamo le questioni di business ed etica molto seriamente e abbiamo interrotto ogni interazione con Facebook perché non riteniamo che Facebook si stia comportando in modo appropriato ed etico. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Unicredit come gruppo non sta utilizzando Facebook per ordine del ceo e non lo utilizzerà fino a quando non avrà un comportamento etico appropriato”. A dirlo è il ceo di Unicredit, Jean Pierre Mustier, che così ha risposto a chi chiedeva se il gruppo fosse intenzionato a condividere i suoi dati con il social network. “Noi non condividiamo i nostri dati con altri” ha detto Mustier.

“Unicredit ha interrotto ogni attività pubblicitaria e di marketing con Facebook a seguito dei recenti episodi e della reazione dell’azienda rispetto ad essi. Il gruppo prende molto seriamente le questioni etiche”, ha spiegato Mustier.

Lo scorso marzo, a seguito dello scandalo di Cambridge Analytica sull’utilizzo improprio di dati degli utenti del social network, Unicredit ha deciso di sospendere tutte le attività pubblicitarie con Facebook pur continuando a moderare e aggiornare i propri profili sul social, anche per mantenere attivo un importante canale di comunicazione con i propri clienti.

Le parole di Mustier arrivano all’indomani della notizia del Wall Street Journal secondo cui il social network avrebbe chiesto alle maggiori banche americane l’accesso ai dati dei conti correnti dei clienti degli istituto per offrire nuovi servizi tramite Messenger.