Usa, disoccupazione stabile: recuperati 8,7 mln di posti in più dal 2008

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Giugno 2014 17:01 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2014 17:01
Usa, crisi finita: disoccupazione stabile, recuperati 8,7 mln di posti dal 2008

Il presidente americano, Barack Obama (Foto Lapresse)

NEW YORK – Gli Stati Uniti cancellano la crisi: a maggio i dati sulla disoccupazione sono tornati ai livelli precedenti al 2008, fermandosi stabilmente al 6,3% grazie a 217mila posti di lavoro in più, 8,7 milioni di posti recuperati in questi sei anni. E’ questo solo l’ultimo segnale del recupero americano avviato nel 2014.

Grazie a questi nuovi posti gli Stati Uniti possono vantare 138 milioni e mezzo di cittadini occupati, più di quanti fossero prima della crisi. Il dato ha persino superato, anche se di poco, le attese degli analisti, che avevano previsto un aumento di 210mila posti di lavoro e un incremento del tasso di disoccupazione dello 0,1%, al 6,4%.

Dopo un inverno gelido, l’economia americana si sta riprendendo. Nel primo trimestre del 2014 il prodotto interno lordo statunitense si è contratto dell’1%, segnando il primo calo dal 2011. Ma in questi ultimi tre mesi si prevede un pil in ripresa oltre il 3%. A questo si è arrivati grazie ad una ripresa dei consumi, degli investimenti negli immobili e delle esportazioni. E certamente anche alla politica della Federal Reserve, che grazie al quantitative easing (cioè all’immissione di liquidità attraverso l’acquisto mensile di titoli di Stato) ha fatto muovere l’economia. Ora che l’obiettivo è stato raggiunto la Fed dovrebbe proseguire con il tapering, ovvero il graduale ritiro dal quantitative easing.