Usa. Economia luci e ombre, incertezza su tassi Fed

Pubblicato il 5 Settembre 2015 12:24 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2015 12:24
La Federal Reserve Bank

La Federal Reserve Bank

USA, WASHINGTON – L’economia americana crea meno posti di lavoro delle attese e il tasso di disoccupazione scende più delle previsioni.

Un quadro con luci e ombre che rende un possibile aumento dei tassi di interesse da parte della Fed a settembre un evento da lancio di moneta ‘testa o croce’. I dati sul mercato del lavoro non danno chiarezza sulle prossime mosse della Fed e gli analisti sono divisi.

”I dati sostengono la nostra idea sul fatto che la Fed inizierà probabilmente ad alzare i tassi alla riunione del 17 settembre. Anche se molte cose possono ancora accadere nelle due settimane prima della riunione, i dati attuali mantengono la Fed in corsa per una stretta”, afferma Maury Harris, di UBS. “I dati dovrebbero spingere coloro che sono indecisi nel Fomc ad accordarsi per un aumento dei tassi a settembre”, rilevano John Ryding e Conrad DeQuadros, di RDQ Economics.

”I dati anche se mostrano un miglioramento sembrano una vittoria per le colombe della Fed, offrendo un’ulteriore indicazione sul fatto che e’ appropriato per i tassi restare bassi piu’ a lungo” precisa Lindsey Piegza, di Stifel Nicolaus. “L’economia americana e’ in rallentamento e l’inflazione si sta muovendo verso il basso. La finestra per un potenziale aumento dei tassi è dicembre 2015, ma le possibilità di una stretta prima della fine dell’anno sono in calo”, afferma Brian Bethune, di Alpha Economic Foresights.