Usa, Fed lascia i tassi fermi e rivede al ribasso Pil 2013

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2013 20:45 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2013 20:47
Usa, Fed lascia i tassi fermi e rivede al ribasso Pil 2013

Usa, Fed lascia i tassi fermi e rivede al ribasso Pil 2013

NEW YORK – La Federal Reserve, la banca centrale statunitense, ha deciso di lasciare fermi i tassi di interesse. Nessun cambiamento neppure sul fronte del programma di acquisto titoli della Fed, che rimane quindi a 85 miliardi di dollari al mese. Lo rende noto la banca centrale statunitense in una nota, dove sottolinea che i rischi per l’economia Usa sono diminuiti.

Riviste in lieve calo le stime sul Pil per il 2013. Secondo i dati forniti dalla Fed, l’economia Usa crescerà tra il 2,3%-2,6% contro il 2,3%-2,8% stimato a marzo. Riviste però in meglio le stime 2013 sulla disoccupazione col tasso compreso tra il 7,2%-7,3% rispetto alla forchetta del 7,3%-7,5% precedente e quelle sull’inflazione.

Nel comunicato la Fed spiega che i tassi restano fermi tra lo zero e lo 0,25%, e 18 membri su 25 del board della banca centrale prevedono che rimarranno su questo livello storicamente basso sicuramente fino alla fine del 2013. Sono poi 15 membri su 19 a credere che i tassi resteranno vicino allo zero anche nel 2014, mentre in 10 prevedono che i tassi saliranno all’1%, ma solo entro la fine del 2015.

La banca centrale si dice comunque ”pronta ad aumentare o ridurre l’entità degli acquisti di titoli in base alle necessità”. Le aspettative sull’inflazione sono stabili, mentre le condizioni del mercato del lavoro sono migliorate, ma la disoccupazione resta elevata. Per questo motivo, il comitato della Fed monitorerà da vicino l’evoluzione dell’economia e della Finanza nei prossimi mesi.