Usa, Federal Housing Administration rimane con pochi fondi

Pubblicato il 11 Novembre 2009 14:18 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2009 14:18

La Federal Housing Administration, che ha svolto un ruolo fondamentale nell’aiutare i compratori americani di case dopo il collasso del mercato dei mutui, ha utilizzato enormi somme di riserva in meno di un decennio, 7 anni, e potrebbe presto ricevere un salvataggio automatico dai contribuenti se i suoi conti non migliorano, a quanto scrive il Washington Post.

Funzionari della FHA hanno d’altra parte assicurato il Congresso che l’agenzia non avrà bisogno della sua approvazione per un salvataggio, che sarebbe ostico per i parlamentari  dopo che il governo ha già speso centinaia di miliardi di dollari per tirare fuori dai guai le compagnie finanziarie.

Infatti, in virtù di un meccanismo poco conosciuto a Washington e al Congresso, il rifinanziamento della FHA non richiederebbe l’intervento di quest’ultimo.

L’agenzia, che riscuote premi dai mutuatari che contraggono mutui garantiti dalla FHA, ha automaticamente ritirato fondi depositati presso il ministero del Tesoro quando l’agenzia aveva a disposizione vasti capitali. Quei fondi sono ora molto diminuiti e se il calo continua la FHA continuerebbe a ricevere fondi dal Tesoro.