Usa, via libera alla fusione tra Comcast e Nbc

Pubblicato il 30 Gennaio 2011 9:04 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2011 9:04

LOS ANGELES – La fusione tra il colosso della telefonia cavo Comcast e la Nbc Universal è fatta: con il nulla osta dell’antitrust americano passa la prima acquisizione di una rete tv da parte di un gruppo delle telecomunicazioni.

Quella approvata dalla Commissione Federale per le Comunicazioni degli Usa (FCC, l’antitrust americano) e il Dipartimento di Giustizia è una delle più grandi fusioni tra media company degli ultimi anni, per un valore di 30 miliardi di dollari.

La proposta di rilevare le quote della General Electric, che si ridurranno al 49 per cento (l’obiettivo di GE è quello di concentrarsi su acquisizioni industriali) era stata fatta oltre un anno fa, e aveva da subito destato diverse polemiche sulla neutralità delle reti e sulladiversificazione delle trasmissioni. Si tratta infatti di un’operazione che permetterà al più grande provider internet e di tv via cavo degli Stati Uniti di entrare in possesso di una compagnia di telecomunicazioni che si occupa di produzione e distribuzione cinematografica e televisiva, ma anche di parchi a tema e molto altro.

La FCC ha imposto diverse condizioni, tra cui quella che Comcast garantisca l’accesso ragionevole alla programmazione per i concorrenti e garantisca agli utenti l’accesso ai contenuti di altre compagnie.

Comcast non avrà la possibilità di gestire direttamente Hulu.com, una joint venture di distribuzione dei contenuti online tra la NBC Universal, la Fox Entertainment e la ABC. Inoltre, Comcast dovrà fornire versioni online dei propri show televisivi a tutti i possibili distributori secondo le stesse condizioni per cui fornisce attualmente questi contenuti ai provider via cavo e via satellite; dovrà poi costruire una infrastruttura a banda larga offrendo servizi web a scuole e biblioteche, oltre che a milioni di americani a meno di 10 dollari al mese.

[gmap]