Usa. Talpa del fisco riceve $ 104 mln per aver svelato massicce evasioni fiscali

Pubblicato il 12 settembre 2012 15:42 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2012 15:42

NEW YORK, STATI UNITI – Un premio da 104 milioni di dollari alla talpa di Ubs, colui che ha fornito alle autorita’ americane informazioni su come venivano evase le tasse da molti ricchi statunitensi. A Bradley Birkenfeld, l’ex banchiere di Ubs, tuttora in carcere, l’Internal Revenue Service (Irs)- il fisco americano – ha riconosciuto un maxi-premio, il piu’ alto mai distribuito a un singolo collaboratore della giustizia.

L’Irs ha inviato un messaggio promettendo 104 milioni di dollari alle talpe di tutto il mondo, segnalando così che c’e’ un modo sicuro per denunciare la frode fiscale e che l’Irs riconosce premi. L’agenzia invia un messaggio chiaro anche alle banche: smettetela di consentire l’evasione fiscale o sarete prese” affermano gli avvocati di Birkenfeld, Stephen Kohn e Dean Zerba, precisando che il loro cliente ha offerto una ”collaborazione eccezionale” con ”informazioni che l’Irs non era stato in grado di individuare”.

Il premio riflette ”le ampie informazioni fornite” che hanno fatto da base ”ad azioni senza precedenti nei confronti della banca Ubs” sottolinea l’Irs. Nel 2009 la banca svizzera ha pagato 780 milioni di dollari per risolvere la disputa con le autorita’ americane e si e’ accordata per fornire le informazioni su oltre 4.000 conti correnti segreti di contribuenti americani in Svizzera, aprendo una breccia nel famoso segreto bancario svizzero.

”L’Irs ritiene – afferma il portavoce dell’Irs, Michele Eldridge – che lo statuto degli informatori sia uno strumento di valore per combattere l’evasione e questo premio riflette il nostro impegno al rispetto della legge”. Birkenfeld non era presente alla conferenza stampa dei suoi legali perchè� ancora in carcere, dove sta scontando una condanna di 40 mesi di reclusione.