Vacanze e crisi: italiani non rinunciano mai, +8,6% nel 2015. Spesi 786 € a testa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 agosto 2015 10:26 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2015 10:26
Vacanze e crisi: italiani non rinunciano mai, +8,6% nel 2015. Spesi 786 € a testa

Foto d’archivio

ROMA – Nonostante la crisi si sa, gli italiani se possono non rinunciano mai a una vacanza. E così ecco che questa estate si sta verificando un boom di ferie. Gli italiani che sono andati po andranno in vacanza sono circa il 50%, pari a 30,4 milioni (+8,6% su 2014). Nell’81% dei casi (quasi 25 milioni) rimarranno in Italia, mentre nel 19% dei casi (oltre 5 milioni) andranno all’estero. Il giro d’affari è di 18,3 miliardi rispetto ai 17 del 2014 (+7,7%). Emerge da un’indagine di Federalberghi.

La spesa stimata (comprensiva di viaggio, vitto, alloggio e divertimenti) è di 786 euro a testa (rispetto ai 790 del 2014). Tra le tipologie di soggiorno scelte l’albergo rimane il leader incontrastato. Il 24,5% lo preferisce rispetto al 27% del 2014. Seguono, nell’ordine, la casa di parenti o amici con il 21,7% (rispetto al 20,1% del 2014), l’appartamento in affitto con il 12,1% (10,2% nel 2014), la casa di proprietà con il 10,6% (rispetto al 16,9% del 2014), il villaggio turistico col 7,6% (7,2% nel 2014).