Venchi, multa da 70mila euro dall’Antitrust. L’accusa: indicava in maniera ingannevole la percentuale del 75% di cacao

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2020 18:07 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2020 18:11
Venchi, multa da 70mila euro dall'Antitrust

Venchi, multa da 70mila euro dall’Antitrust: indicava in maniera ingannevole la percentuale del 75% di cacao (foto ANSA)

L’Antitrust ha inflitto una multa da 70.000 euro a Venchi per pubblicità ingannevole sul contenuto di una barretta di cioccolata.

Secondo quanto riportato dal bollettino dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato la barretta “Chococaviar” della Venchi indicava infatti, in maniera ingannevole, la percentuale del 75% di cacao contenuta nel prodotto, presente, invece solo nella granella della copertura esterna.

Questa circostanza veniva precisata, insieme ad altre informazioni, soltanto nel retro della confezione, dove era riportata la percentuale di cacao delle diverse componenti della barretta, utilizzando caratteri di dimensioni significativamente inferiori rispetto a quelli utilizzati nel frontpack. In pratica la percentuale del 75% compare soltanto con riferimento alla granella, che costituisce il 19% della barretta.

Secondo l’Antitrust “l’enfasi attribuita alla misura percentuale di un ingrediente (il cacao), attraverso l’indicazione “75% ricoperto farcito cuor di cacao”, presente sul frontpack dell’alimento, seguita da un pittogramma che riporta la medesima percentuale (75%) e la dicitura “barretta chocaviar extra fondente – cocoa 75%” – in assenza di ulteriori specificazioni, contestuali e di pari evidenza grafica, circa l’effettiva consistenza della percentuale di cacao contenuta nel prodotto – inducono il consumatore medio a ritenere erroneamente che la vantata percentuale di cacao sia riferita al prodotto nel suo complesso, anziché solo al suo involucro esterno (le microsfere che costituiscono la granella).

Ne consegue che il consumatore medio è tratto in inganno in relazione a una caratteristica essenziale del prodotto che intende acquistare ed è indotto, pertanto, ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso”. (fonte ANSA)