Veneto / Via libera al piano casa. I comuni entro ottobre dovranno pronunciarsi sull’applicazione

Pubblicato il 10 Luglio 2009 13:16 | Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2009 13:17

Il Veneto dà il via al piano casa. All’ultimo giorno utile per varare le leggi sull’edilizia, il 2 luglio scorso, il Consiglio regionale del Veneto ha approvato il suo Piano casa sulla cui applicazione i Comuni dovranno pronunciarsi entro ottobre.

Un via libera sofferto e raggiunto solo con un accordo tra maggioranza e centro-sinistra sulle modifiche da apportare a un progetto di legge della Giunta (presidente Giancarlo Malan) che aveva trovato l’opposizione pronta a fare le barricate con migliaia di emendamenti.

Modifiche che fanno sintesi delle esigenze espresse dal centrosinistra di limitare gli effetti della cementificazione selvaggia e di disordine urbanistico che il provvedimento potrebbe avere.

Questi alcuni dettagli. Per gli immobili residenziali, la possibilità di ampliare solo le prime case del 20%. Per gli immobili non residenziali, l’ampliamento fino al 20% della superficie, purché non situati nei centri storici. La possibilità di abbattimento e ricostruzione degli edifici con più di 20 anni,con aumenti di cubatura (case) e in superficie (edifici non residenziali) fino al 30%.