Willie Walsh: “Ristrutturare debito Alitalia? Non conviene ad Air France…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2013 13:37 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 13:38
Willie Walsh: "Ristrutturare debito Alitalia? Non conviene ad Air France..."

Willie Walsh (Foto LaPresse)

ROMA – “L’aumento di capitale conviene ad Alitalia, ma non è nell’interesse di Air France-Klm”. Willie Walsh, Ceo di International Airlines Group che controlla British Airways, Iberia e Vueling, in un’intervista al Corriere della Sera spiega che la compagnia francese è impegnata con la propria ristrutturazione del debito e ristrutturare anche la compagnia italiana è “una grande sfida”.

Walsh spiega al Corriere della Sera:

“Un intervento di Air France-Klm per salire nel capitale di Alitalia conviene al vettore italiano, ma non è nell’interesse di Air France. Il gruppo è impegnato con la propria ristrutturazione. Alexandre de Juniac sta prendendo le misure giuste, ma è una grande sfida, che diventa più difficile vincere mentre si assiste un partner a ristrutturare a sua volta. Se fossi nei suoi panni mi concentrerei su Air France, che è la priorità”.

Inoltre secondo il ceo di International Airlines Group trovare i fondi non sarà sufficiente:

“Trovare 300 milioni di euro entro la fine dell’anno non sarà sufficiente: Alitalia deve dimostrare che l’iniezione di liquidità avrà un ritorno economico. La compagnia ha bisogno di una ristrutturazione fondamentale, in modo simile a quanto sta facendo Iberia”.

Alitalia, per Walsh, “è un capitolo chiuso”:

“Non credo che i cittadini di un Paese abbiano necessariamente bisogno di un vettore nazionale. Nell’eurozona, che resta l’area più debole, vediamo un certo numero di compagnie aeree che lottano per sopravvivere. Il consolidamento ci sarà e tra gennaio e febbraio porterà molti piccoli vettori con cattivi bilanci in bancarotta. Avremo meno compagnie, ma economicamente più forti”.