Caldo torrido, consumi elettrici al top: nuovo record martedì 7 luglio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 luglio 2015 0:50 | Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2015 0:50
Caldo torrido, consumi elettrici al top: nuovo record martedì 7 luglio

Caldo torrido, consumi elettrici al top: nuovo record martedì 7 luglio (Foto LaPresse)

ROMA – Un nuovo record dei consumi elettrici è stato segnato il 7 luglio durante l’ondata di caldo africano dell’ultima settimana, quando le temperature hanno raggiunto picchi di 38 gradi. Terna ha rilevato un consumo di 56.883 megawatt (MW), superiore ai 61 MW registrati il 17 dicembre 2007, giornata invernale in cui a spingere i consumi sono state le stufette elettriche.

Manuel Mazzoleni su 3bmeteo.com spiega che l’uso di ventilatori e climatizzatori ha raggiunto il picco proprio martedì 7 luglio:

“Il nuovo record supera di oltre 5.300 MW la punta massima di consumo dello scorso anno, che venne toccata il 12 giugno, un dato pari a due volte e mezzo il consumo di una città come Roma.

Per avere un’idea di come il caldo impatti sui consumi ad ogni grado in più sopra i 25 gradi i tecnici stimano un aumento della domanda elettrica tra gli 800 e i 1.000 megawatt. Il primato di martedì conferma il trend in atto ormai da vari anni, cioè il graduale avvicinamento, prima, e il sorpasso poi, avvenuto nel 2006, della punta estiva di fabbisogno rispetto a quella invernale.

Al momento della punta massima, il fabbisogno nazionale è stato coperto da una produzione da fonte rinnovabile prossima al 40%. Nell’agosto dello scorso anno arrivò a coprire anche il 12% della domanda italiana. «Il sistema elettrico nazionale», prosegue la nota di Terna, «grazie agli investimenti realizzati per lo sviluppo della rete e all’innovazione tecnologica ha risposto in modo efficace anche in quest’occasione, confermando la piena integrazione e la gestione in sicurezza delle energie rinnovabili che vengono immesse in rete in modo variabile e intermittente»”.