Enel lancia “i nuovi spazi dell’energia”: concorsi per progettare le centrali del futuro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Luglio 2020 16:17 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2020 16:17
Enel lancia "i nuovi spazi dell'energia"

Enel lancia “i nuovi spazi dell’energia”: concorsi per progettare le centrali del futuro (foto ANSA)

Centrali elettriche sempre più integrate nel paesaggio e aperte al territorio: l’impegno di Enel per la transizione energetica si arricchisce di una nuova sfida.

Attraverso “I nuovi spazi dell’energia”, Enel lancia quattro concorsi per il design delle centrali moderne e efficienti necessarie per la dismissione degli impianti a carbone.

L’obiettivo è dar vita a poli energetici in cui convivranno fonti rinnovabili (solare fotovoltaico), batterie per l’accumulo di energia e impianti a gas, sempre più integrati con l’ambiente circostante, grazie a progetti che riducano l’impatto paesaggistico e che disegnino un’idea nuova di centrale, prevedendo anche degli spazi a disposizione delle comunità locali.

Ai partecipanti viene chiesto di presentare delle idee progettuali che rispettino i principi di sostenibilità e economia circolare, attraverso il riutilizzo delle strutture esistenti, e che possano essere adattate alle diverse fasi di conversione degli impianti.

“Chiediamo il contributo di architetti e designer per la realizzazione di quelle che vorremmo diventassero delle icone della transizione energetica – afferma Antonio Cammisecra, Direttore Global Power Generation e CEO di Enel Green Power.

“Proseguiamo lungo il percorso verso una nuova visione dell’energia, aperta al territorio, alle comunità locali e che rispetti i principi dell’economia circolare, con impianti perfettamente integrati con l’ambiente circostante. Con questi concorsi vorremmo quindi coinvolgere soprattutto i giovani talenti che desiderino contribuire al futuro energetico sostenibile del Paese”.

I concorsi riguardano quatto centrali elettriche: La Spezia, Fusina, Civitavecchia e Brindisi, e saranno portati avanti in collaborazione con le Università di Genova, IUAV di Venezia, della Tuscia e del Salento.

Per favorire un più ampio coinvolgimento i bandi prevedono indicazioni per la partecipazione dei giovani under 40 e per la parità di genere.

I progetti verranno valutati da una commissione composta da rappresentanti di Enel, delle Università e dei rappresentanti delle comunità locali.

I tre migliori progetti selezionati per ciascuna delle quattro gare verranno acquisiti da Enel e ai vincitori verrà affidata la progettazione architettonica della propria proposta per la realizzazione degli impianti, per i quali sono attualmente in corso gli iter autorizzativi.

Le procedure sono interamente digitali e i candidati potranno iscriversi, accedere alla documentazione tecnica e sottoporre le proposte al seguente link.