Energia, come risparmiare quando si è in vacanza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2013 12:55 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2014 11:36

bolletta-luceROMA – L’estate è arrivata e oltre alle promozioni e offerte lanciate dagli stabilimenti balneari, andare in vacanza con qualche euro in più in tasca è sempre positivo. Ecco alcuni consigli su come risparmiare sulle bollette di casa.

Tariffe Energia Elettrica e/o Gas – Attivando una tariffa del Mercato Libero si può risparmiare fino al 10% della spesa annua. Si tratta di un risparmio che può raggiungere i 150-160 euro all’anno rispetto la tariffa a Maggior Tutela, a seconda dei tuoi consumi.

Chi deve attivare per la prima volta una fornitura, non potrà scegliere offerte esclusive per chi desidera cambiare il proprio fornitore.

Sul mercato libero è disponibile una categoria di tariffe luce biorarie, ovvero che prevedono costi diversi in funzione dell’ora in cui si effettuano i consumi elettrici. Le fasce orarie agevolate per queste tariffe solitamente vanno dalle 19.00 alle 08.00 dei giorni feriali, e durante tutto il giorno di sabato, domenica o festivi.

Le tariffe biorarie sono convenienti per chi passa la maggior parte della giornata fuori casa, oppure per chi riesce a spostare la maggior parte dei consumi (almeno un 75%) nelle ore agevolate. Così facendo, si potranno usufruire di costi minori e ridurre la bolletta della luce.

Tenete alla tutela dell’ambiente? Potete attivare una tariffa verde della luce e contribuire così alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Le tariffe green sono disponibili per le forniture classiche dell’energia elettrica, senza dover modificare gli impianti. Semplicemente, l’energia elettrica che utilizzerete con queste offerte proviene esclusivamente da fonti rinnovabili.

Infine ci sono le tariffe luce a prezzo bloccato. Con queste tariffe, il prezzo della componente energia rimane bloccato per 12 o 24 mesi, a seconda dell’offerta. La “componente energia” della bolletta include i costi più sensibili alle variazioni del mercato energetico, ma non è il prezzo finale da pagare.