Risparmiare fino a 350 euro sulle bollette? Ecco le 5 regole

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2015 7:00 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2015 13:02
Risparmiare fino a 350 euro sulle bollette? Ecco le 5 regole

Bolletta dell’elettricità

ROMA – Risparmiare centinaia di euro all’anno sulle bollette di luce e gas non è fantascienza, basta comportarsi in maniera razionale e scegliere con cura le tariffe più adatte. Bastano infatti 5 accorgimenti per garantire ad un single un risparmio fino a 181 euro all’anno sull’energia, mentre una famiglia numerosa può addirittura tagliare la spesa di 349 euro.

A rilevarlo è Facile.it, comparatore italiano, che detta le 5 regole per alleggerire la bolletta di luce e gas.

1- Il primo passo da fare, assicurano gli analisti del sito, è che ciascuno cerchi la sua tariffa. Utenti diversi hanno esigenze diverse e pertanto, oggi che il mercato lo consente, è bene scegliere con cura la tariffa più adatta. Chi è single e passa in casa poco tempo e principalmente nelle ore serali, secondo quanto evidenziato da Facile.it, dovrebbe preferire le cosiddette tariffe biorarie che prevedono notevoli riduzioni di costo dopo le 19; il risparmio annuo sarebbe di 27 euro. Le famiglie numerose, al contrario, è bene prediligano la tariffa opposta, mono-oraria, che garantirebbe un risparmio annuo di 53 euro.

2- La seconda regole riguarda come fare a scaldare il cibo prima di mettersi in tavola. Anche in questo caso, single e famiglie numerose dovrebbero mettere in atto strategie di risparmio differenti. I primi possono trovare un valido alleato nel forno a microonde che, utilizzato per scongelare o riscaldare i cibi consente di risparmiare 23 euro all’anno rispetto ad un forno elettrico. Sarebbero invece 22 gli euro annui risparmiati in bolletta dalle famiglie numerose se preferissero le pentole a pressione rispetto a quelle tradizionali. La cottura dei cibi non ne risente, ma il portafogli ne trarrebbe un certo beneficio.

3- Terzo capitolo per tagliare la bolletta individuato da Facile.it riguarda come riscaldare la casa. Ancora una volta la razionalità e l’uso di piccole tecnologie di base possono consentire notevoli risparmi sulla bolletta, tanto per le famiglie numerose quanto per chi vive da solo. Inutile riscaldare nello stesso modo e per lo stesso numero di ore tutta la casa, meglio scegliere con cura dove e quando veicolare il tepore casalingo: utilizzando dei termostati che consentono un riscaldamento selettivo, anche in base ai diversi momenti della giornata, un single può arrivare a risparmiare 48 euro all’anno, una famiglia numerosa addirittura 157 euro.

4- E, quarta regola, il discorso appena fatto per il caldo ha un risvolto simile anche per il freddo. Contrariamente a quanto pensino in tanti, non conviene avere un unico split per l’aria condizionata, consumerebbe troppo e non raffrescherebbe a sufficienza. Meglio mettere più split e raffrescare selettivamente: ciò consente alle famiglie di risparmiare fino a 51 euro all’anno. Per evitare docce fredde, anche quando si guarda la bolletta, meglio scegliere uno scaldabagno a gas invece che uno elettrico. Così facendo ai single rimarrebbero in tasca 71 euro all’anno.

5- Infine c’è il capitolo elettrodomestici. Quasi tutti ormai abbiamo in casa elettrodomestici energeticamente efficienti, ma siamo certi di usarli in maniera altrettanto efficiente? Un single che fa in modo di utilizzare lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico, riesce a far abbassare la bolletta di circa 12 euro. Una famiglia numerosa, con più tv e apparecchi tecnologici in funzione, dovrebbe prendere l’abitudine di staccare la spina della tv e del lettore dvd quando non in funzione: è possibile risparmiare circa 66 euro all’anno, avvertono gli analisti del sito web.