Ansaldo Energia, il 40% venduto ai cinesi di Shangai Electric

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2014 16:03 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2014 16:03
Ansaldo Energia, il 40% venduto ai cinesi di Shangai Electric

Ansaldo Energia, il 40% venduto ai cinesi di Shangai Electric

ROMA – Il 40% di Ansaldo Energia passa in mano ai cinesi. Shangai Electric e Fondo Strategico Italiano hanno firmato un accordo per l’acquisizione da parte dei cinesi di una quota del 40% di Ansaldo Energia per 400 milioni di euro.

L’intesa firmata alla presenza del premier Matteo Renzi, del ministro della Difesa Roberta Pinotti e dei vertici delle due aziende, prevede anche la costituzione di due joint venture tra Ansaldo e Shangai Electric per la produzione di turbine a gas destinate ai mercati asiatici e lo sviluppo di un centro di ricerca a Shangai.

Oltre che con i cinesi, Ansaldo Energia ha firmato anche un accordo di collaborazione tecnologica con la coreana Doosan Heavy Industries. Si tratta di un progetto di ricerca per lo sviluppo di una nuova turbina a gas destinata ai Paesi con rete elettrica a frequenza 60Hz (Nord America, Brasile, Arabia Saudita, Corea). Il progetto sarà in parte finanziato dal Governo Coreano.

Per l’ad di Ansaldo, Giuseppe Zampini,

 “L’insieme delle operazioni effettuate consentono al gruppo di Aen di candidarsi al ruolo di leader globale nel settore delle turbine a gas”.

Il closing dell’operazione con Shanghai Electric è atteso per fine anno a seguito di approvazioni governative e antitrust:

“E’ la più grande operazione Italia-Cina e quindi potrà rappresentare un importante riferimento per le relazioni industriali dei due Paesi”.

L’operazione consentirà ad Aen di prevedere un incremento del fatturato del 20% nel medio-lungo periodo.

“Grazie a questo accordo, Aen raggiungerà nei prossimi 7 anni il 100% dei mercati delle turbine a gas, con importanti ricadute positive sul centro di Genova, che si aggiungono a quelle previste in conseguenza dell’accordo con i cinesi”.

E’ prevista l’assunzione di 100 nuovi ingegneri assunti, di cui 35 già dal primo anno.