Capri collegata alla terraferma grazie alla nuova linea elettrica di Terna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Ottobre 2020 14:12 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2020 14:12
Capri collegata alla terraferma grazie alla nuova linea elettrica di Terna

Capri collegata alla terraferma grazie alla nuova linea elettrica di Terna (Nella foto, l’ad di Terna, Stefano Donnarummma)

Capri collegata (energeticamente) alla terraferma grazie a Terna e alla sua nuova linea elettrica.

La nuova linea elettrica Capri-Sorrento-Torre Annunziata è “una infrastruttura concreta con un forte valore simbolico per il Paese nella fase di rilancio che stiamo vivendo, un segnale forte e vigoroso che lanciamo all’intera comunità”.

Cosi il premier Giuseppe Conte all’inaugurazione della nuova linea elettrica realizzata da Terna – gestore della rete ad alta e altissima tensione – a Capri.

La linea elettrica di Terna che collega Capri alla terraferma

Si tratta di una centrale tecnologicamente avanzata, e prima in Italia per sostenibilità ambientale. La linea, realizzata con cavi sottomarini tripolari collocati fino a 120 metri di profondità, da Capri a Sorrento, misura 19 km. Completa un anello elettrico da 160 MW di capacità, il cui primo tratto, tra l’ isola e Torre Annunziata, è stato terminato nel 2017.

Le caratteristiche dell’impianto

L’elettrodotto è completamente sottomarino ed interrato. I cavi tripolari sono protetti all’ interno di una bobina. L’investimento complessivo è di 150 milioni, 20 quelli destinati a Capri. L’opera permetterà di fornire a Capri energia da fonti rinnovabili e di azzerare le emissioni inquinanti, grazie alla dismissione della attuale centrale a gasolio, che sara’ utilizzata solo in emergenza. A Sorrento la nuova centrale, già in funzione, in via San Renato, è alle rifiniture.

Risparmio di 20 milioni all’anno

Terna valuta in circa 20 milioni all’anno il risparmio reso possibile dal nuovo impianto, ed in 130 mila tonnellate annue le minori emissioni di CO 2. L’amministrazione delegato di Terna, Stefano Donnarumma, parla di opera di “rilevanza storica” che “testimonia il ruolo dell’azienda nella transizione energetica”. “I nostri investimenti- aggiunge- per rendere il sistema ancora più affidabile, efficiente e green possono contribuire concretamente alla ripresa economica del Paese”. In collaborazione con il Polo museale della Campania, Terna illuminerà artisticamente a Capri Villa Jovis, che fu dimora dell’ imperatore romano Tiberio. (Fonte Ansa)